Passa ai contenuti principali

Dal 29 al 31 ottobre, presso l'Università Monte Sant'Angelo , è in programma il I Congresso Mondiale della Trasformazione Educativa

Associazione Maestri di Strada Onlus

Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

in collaborazione con l'Universidad Nacional Autónoma de México

e il Consejo de Transformación Educativa, l'Asociación Mexicana de Alternativas en Psicología

 

presentano

 

CURA, BELLEZZA E SOGNI, ALLE RADICI DELL'EDUCAZIONE

1° CONGRESSO MONDIALE DELLA TRASFORMAZIONE EDUCATIVA

 

Napoli 29, 30, 31 ottobre 2018

 

OLTRE 150 OPERATORI, DOCENTI UNIVERSITARI E FORMATORI A CONVEGNO DA 15 PAESI DI TUTTO IL MONDO: OBIETTIVO PRIMARIO IL MANIFESTO DELL'EDUCAZIONE RIFLESSIVA, COMUNE DENOMINATORE PER L'APPROCCIO ALL'EDUCAZIONE DELLE GIOVANI GENERAZIONI SUL PIANETA.

 

L'EDUCAZIONE COME BENE COMUNE: IL LUOGO IN CUI SI RINNOVA COSTANTEMENTE IL CONTRATTO SOCIALE.

 

 

Estendere il dialogo e la cooperazione sui temi dell'Educazione, favorendo l'incontro fra i continenti e le discipline, creando uno spazio per lo scambio di esperienze, ricerche e riflessioni diverse è l'obiettivo del primo Congresso Mondiale della Trasformazione Educativa: cura, bellezza e sogni, alle radici dell'educazione.

 

Dopo tre edizioni del Congresso Internazionale della Trasformazione Educativa, svoltesi tra l'America e l'Europa, è adesso l'Italia ad ospitare questo primo Congresso Mondiale: in programma dal 29 al 31 ottobre a Napoli, presso la sede di SinAPsi Complesso Universitario di Monte Sant'Angelo, via Cinthia, 26 (la presenzazione, alla presenza delle istitizioni, è in programma venerdì 26 ottobre, alle 10.30, nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino).

 

Il Congresso ospiterà oltre 150 operatori dell'educazione, docenti e formatori da tutto il mondo, Giappone, Germania, Portogallo, Ungheria, Svizzera, con una nutrita delegazione sudamericana: Messico, Perù, Colombia, Brasile, Argentina, Cile, Uruguay.

 

L'Associazione Maestri di Strada Onlus e il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, in collaborazione con l'Universidad Nacional Autónoma de México e il Consejo de Transformación Educativa, l'Asociación Mexicana de Alternativas en Psicología, riuniranno psicologi, pedagogisti, studiosi, ricercatori delle scienze umane, insegnanti, dirigenti scolastici, studenti e adulti responsabili attorno alla possibilità di un concreto cambiamento dell'Educazione e della Scuola nel mondo.

 

Cura, bellezza e sogni sono i fondamenti di questo cambiamento possibile: la cura del Sé e delle relazioni umane, la ricerca e la costruzione della bellezza anche nei contesti e nelle situazioni più difficili, la capacità di sognare insieme e aspirare a un mondo migliore.

 

"Nella nostra società è sempre più difficile educare. La famiglia aggira i conflitti intergenerazionali e investe sul successo sociale dei figli, rendendoli apparentemente spavaldi ma sostanzialmente fragili", commenta Santa Parrello, ricercatrice e docente di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione presso il Dipartimento di Studi Umanistici - Università degli Studi di Napoli Federico II, e "la scuola attraversa una profonda crisi di autorità e credibilità, producendo quote eccessive di malessere e dispersione, soccombendo alla dilagante rappresentazione catastrofica del futuro. Occorre far dialogare istituzioni, accademia e comunità territoriali per rifondare l'educazione, avendo chiaro che da essa dipende davvero il futuro dell'umanità".

 

"Un manifesto dell'educazione riflessiva, quale paradigma pedagogico adatto alle contraddizioni del mondo ipermoderno in cui viviamo insieme ai nostri giovani: questo, fra i tanti esiti del primo congresso mondiale, l'obiettivo che a noi Maestri di Strada appare importante elaborare", sottolinea Cesare Moreno, Presidente di Maestri di Strada.  

"L'obiettivo è quindi innanzitutto testimoniare l'esistenza di un vasto movimento di pensiero che "sogna i giovani come oggi non sono" e raccontare ai giovani un mondo in cui ci sia posto per loro. L'educazione è il bene comune per eccellenza.

La crisi dei sistemi educativi non può ridursi alla crisi dell'ascensore sociale o ai ritardi rispetto alle tecnologie e alla globalizzazione; c'è una crisi più profonda del modello culturale che proponiamo a noi stessi e ai giovani, una crisi del significato del vivere insieme. Il nostro obiettivo culturale e politico è coinvolgere docenti, educatori, genitori, uomini di cultura, ricercatori in una riflessione sul senso dell'educazione e della scuola nella speranza che ciascuno trovi dentro di sé i motivi e l'energia per opporre una resistenza umana personale al dilagare del degrado della vita civile come oggi ci viene proposto dai poteri dominanti".

 "Dal Messico e dall'America Latina ci uniremo agli educatori, ai docenti di molti altri paesi del mondo per il Congresso di Napoli, per condividere idee, progetti ed esperienze di trasformazione educativa – spiega uno dei protagonisti, Marco Eduardo Murueta, coordinatore generale del Consiglio Messicano della Trasformazione Educativa - daremo dimostrazione del fatto che esiste un dialogo aperto, recettivo, interculturale che può attivare dinamiche cooperative e di autogestione che sono assenti nell'educazione tradizionale.

 

Abbiamo bisogno di una trasformazione educativa per iniziare una nuova fase della vita dell'umanità che promuova giustizia, uguaglianza, fratellanza, libertà e democrazia, quella vera. Durante il congresso daremo vita al Consiglio Mondiale della Trasformazione Educativa che garantirà continuità a questo grande progetto alternativo".

 

Il programma prevede ogni giorno l'alternarsi di sessioni in plenaria e sessioni parallele che approfondiranno gli assi tematici portanti del Congresso: mappe mentali e percorsi nei territori; ai margini della società e ai margini del pensiero; comunità educanti e apprendimento complesso integrale; arteducazione; saperi dominanti e saperi nativi; percorsi tecnologici nel villaggio globale; professioni educative e responsabilità sociale; educazione, storia e futuro.   

 

Al centro della riflessione ci sarà la cura, intesa come approccio psicanalitico allo sviluppo della persona e delle relazioni, nei piccoli e grandi gruppi, insieme a Suzuki Kunifumi, Nagoya University, Giappone, studioso della sindrome Hikikomori; Gustavo Pietropolli Charmet, Fondazione Il Minotauro, Milano, fondatore dell'Istituto il Minotauro,  tra i maggiori esperti italiani di adolescenza e disagio giovanile; Sarantis Thanopoulos, SPI, Italia; Guelfo Margherita, IIPG, Napoli, Marco Giordano, Hikikomori Italia.

 

Grande attenzione e approfondimenti saranno dedicati all'arteducazione, intesa non come strumento ma come fondamento dell'educazione, capace di risvegliare i sogni e desideri di giovani e adulti, interverranno: Cesare de Florio La Rocca e Marcos Antonio Candido Carvalho, Progetto Axè, Brasile; Francesco Cappa, Università degli Studi di Milano Bicocca; Nicola Laieta, regista teatrale e coordinatore del Laboratorio Territoriale delle Arti di Maestri di Strada.

 

Di particolare interesse l'intervento di Nando Dalla Chiesa che racconterà - come nel suo ultimo libro "Per fortuna faccio il prof" (Giunti) - la missione civile dell'università itinerante quale nuova forma e approccio innovativo al lavoro di formazione.

 

Come ripensare e ridefinire la comunità educante? In che modo promuovere le pratiche di cittadinanza nella scuola e nel territorio per lo sviluppo di una cultura della legalità e della partecipazione civile? Tante le esperienze e le pratiche dall'Italia e dal mondo, con  Catia Branquinho, ISPA, Portogallo; Marco Eduardo Murueta, Consejo Mexicano de Transformación Educativa en México; Enrico Corbi, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli; Federico Batini, Università di Perugia; Paolo Valerio, SInAPSi, Napoli;  Daria De Lorenzi Croci, SUPSI, Svizzera; Andrea Morniroli, Crescere al Sud, Napoli; Piero Dominici, Università degli Studi di Perugia; Maria Luisa Iavarone e Francesco Girardi, Università Parthenope, Napoli; Estzer Salamon, Parents International, Ungheria; Rita Fusco, Università Suor Orsola Benincasa, Napoli.

 

Oltre gli interventi in plenaria, sono previsti altri circa 80 interventi nelle sessioni parallele, simposi che riguarderanno teatroeducazione, arti visive, musica, beni comuni, finanziamenti al terzo settore, la trasformazione educativa vista dagli studenti; e poi laboratori dedicati alla riflessione e al gioco educativo: Giocherenda, giochi educativi innovativi, la magia del violino; presentazioni di libri e riviste di settore.

 

Il logo del Congresso "L'arciere delle stelle" è un disegno di Riccardo Dalisi.
 

Il Congresso è organizzato e promosso dall'Associazione no profit Maestri di Strada (www.maestridistrada.it) e il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, insieme all'Universidad Nacional Autónoma de México e il Consejo de Transformación Educativa, Asociación Mexicana de Alternativas en Psicología. Partecipano al finanziamento la Fondazione Prosolidar, l'Università di Napoli Federico II e la Società Psicoanalitica Italiana (SPI). Con il patrocinio del Comune di Napoli. 

 

Per info: www.trasformazioneducativa.com; info@trasformazioneducativa.com

 

Post popolari in questo blog

Natale 2020 a Bressanone: alla riscoperta di antichi usi e costumi

Durante il periodo natalizio a Bressanone si vive un'atmosfera molto speciale. La prima neve sulle cime circostanti scintilla fino a valle e invita ad affrontare le prime discese sulle piste perfettamente curate. Sia che si tratti di persone attive, di amanti del gusto o appassionati di cultura, Bressanone offre un mix ideale per tutti . Anche se i festeggiamenti per i 30 anni del più antico mercatino di Natale d’Italia sono rimandati a prossimo anno, a Bressanone anche quest’anno ci si può comunque lasciare incantare dall'atmosfera natalizia e godersi la cucina regionale in un ambiente magico. Stiamo riscoprendo un tempo diverso che ci fa rispolverare antiche tradizioni. Se le tradizionali sfilate dei Krampus e di San Nicola e il mercatino non possono essere svolti per motivi di sicurezza, ci sono altri usi e costumi da far rifiorire e antiche tradizioni che non mancheranno. Quest’anno, infatti è confermato il calendario dell’Avvento alla facciata di un edificio

Il calendario dell'Avvento firmato La Montina

Franciacorta La Montina Natale 2020   La Montina , storica cantina di Monticelli Brusati in Franciacorta, quest’anno accompagnerà al Natale clienti e appassionati con un’iniziativa nuova, che fonde il mondo social con quello reale. Venticinque giorni di sconti e promozioni a sorpresa , pubblicati quotidianamente sulle pagine social della cantina per rendere lo shopping online più interattivo e conveniente. Un prodotto o una categoria di prodotti sarà protagonista per 24 ore , ovvero per il tempo di validità della promozione: sconti flash facilmente attivabili con il codice che ogni giorno verrà pubblicato sugli account ufficiali de La Montina (Instagram: la_montina Facebook: Tenute La Montina Sito: www.lamontina.com ). Come da tradizione il calendario dell’Avvento scoprirà la sua prima “casella” martedì 1° dicembre. Non è dato sapere quale sarà la sorpresa d’apertura pensata da La Montina, che però anticipa attraverso le parole del suo Export e Marketing manager, Michele Bozza “Questa

Grado si trasforma nell'Isola del Natale | Dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

Grado presepi phMarioCallegari Anche per le festività di fine anno 2020 Grado (l’”Isola del Sole”), incantevole borgo del Friuli VG sospeso fra la laguna e il mare Adriatico, si trasforma nell’Isola del Natale riproponendo, tra l’altro, la tradizionale Rassegna dei presepi, che mette in mostra, dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, oltre 200 creazioni. A realizzarle, saranno non solo abili artigiani, ma anche semplici appassionati, che utilizzeranno i più diversi materiali per creare presepi di varie dimensioni, curiosi, curati e ben ambientati. Disposti en plein air lungo il Porto Mandracchio (all’ingresso del centro storico, dove attraccano anche le barche dei pescatori) e in ogni angolo del castrum (il cuore antico della località) e perfettamente ambientati, saranno visibili in un piacevole percorso itinerante, fra calli e campielli. Nei locali del Cinema Cristallo (in viale Dante Alighieri), inoltre, saranno ospitati i presepi preparati con i materiali più fragili e

DENISE FARO DAL 20 NOVEMBRE 2020 IN RADIO E DA OGGI DISPONIBILE IN PRE-SAVE “Jacuzzi”

Denise Faro Poliedrica, eclettica e “ figlia del mondo ” DENISE FARO è una cantante, autrice e attrice italiana che da anni vive a Los Angeles. Il 20 novembre entrerà in rotazione radiofonica il nuovo singolo, “ Jacuzzi ” , da oggi disponibile in pre-save.   www.denisefaro.com/jacuzzi Appassionata fin da bambina al canto, alla danza e alla recitazione, Denise ha mosso i primi passi ricoprendo alcuni ruoli sugli schermi televisivi e cinematografici fino a calcare i palchi teatrali italiani e internazionali. In seguito, dedicatasi principalmente alla musica è stata la prima e unica italiana ad entrare nel famoso tv show messicano “ La Academia ” , una competizione canora che ha visto nascere alcuni dei più grandi artisti latini. Lo show dà il via alla carriera oltreoceano di Denise che nel 2012 conquista i cuori latini, vincendo u no dei "festival della canzone ” più importanti al mondo, “ El Festival de Viña del Mar ” , rappresentando l ’ Italia con un suo brano inedi

Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina - Rinviate al 26 novembre le ultime due cene-laboratorio del ciclo autunnale

 Friuli Venezia Giulia La Nuova Cucina A causa delle ultime normative anti Covid, le ultime due cene - laboratorio del calendario autunnale di Friuli Venezia Giulia - La Nuova Cucina previste per il 29 ottobre al ristorante Costantini a Collalto di Tarcento e al ristorante Paradiso a Pocenia sono state ricalendarizzate a giovedì 26 novembre . Si chiuderà allora il primo ciclo di 20 eventi di questo progetto che ha riscontrato molto interesse ed ha fatto registrare in tutti gli appuntamenti l’overbooking. Il 26 novembre Costantini ospiterà, per l’occasione, gli chef dei ristoranti Da Toni di Gradiscutta di Varmo e Tre Merli di Trieste, mentre Al Paradiso gli chef in scena saranno quelli dei ristoranti La Subida di Cormòns ed Enoteca di Buttrio, secondo l’apprezzato format di queste cene-laboratorio, che sono firmate da due chef del consorzio Friuli VG Via dei Sapori e da uno dei 20 giovani chef, nuovi “amici” in cui il gruppo crede, che sono stati invitati a collaborare al pr

LUCKY LUCIANA, la rapper che si è fatta conoscere per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito

Trasgressiva, irriverente ed esplosiva, LUCKY LUCIANA è una rapper decisa ad abbattere i tabù e a riscrivere le regole della scena urban italiana al femminile!      L’artista si mostrerà, lunedì 16 novembre, in una veste ancora più provocatoria nel video di “ WAP ITALIAN REMIX ”, una rivisitazione della chiacchieratissima hit mondiale di Cardi B e Megan Thee Stallion. Lucky Luciana si è fatta conoscere quest’anno per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito con i brani “ Lucky Pussy Cash ” e “ A Milano ”, in cui l’artista racconta parte del suo passato difficile e i lati più controversi del capoluogo lombardo. Classe 1995, Lucky Luciana, pseudonimo di Luciana Campolongo, nasce a Castrovillari in provincia di Cosenza. Da sempre amante della scrittura, si sente finalmente libera di esprimersi solo quando incontra un linguaggio affine alla propria penna, il rap. Nei suoi testi ritroviamo infatti la sua vita, segnata da un’infanzia difficile a causa di un padre assente e di u