Passa ai contenuti principali

Dal 7 al 30 novembre l'esposizione L'Umano e il Bestiale di Giorgia Di Lorenzo da Fiorillo Arte

Giorgia Di Lorenzo

       "L'Umano e Il Bestiale"

  Inaugurazione mercoledì 7 novembre 2018 ore 18,00

Fiorillo Arte

Riviera di Chiaia 23 Napoli

La mostra sarà visitabile fino al 30 novembre 2018

 

 Le opere in mostra di Giorgia Di Lorenzo, riescono con la loro carica cromatica ad aprire delle vere e proprie "finestre" sull'inconscio con stile inedito e personale, tensione tra reale ed onirico, attraverso  la consapevolezza di  portare  in superficie  la verità delle fragilità umane.


Con " L'Umano e il Bestiale", l'artista, sembra voler racchiudere nel proprio fare arte, nella propria lucida, fresca creatività, tutte le tensioni che investono le diverse attività artistiche e non, che fanno parte del suo bagaglio personale: dalla pittura al disegno, alla grafica,  alla poesia  e pittura.


"Le mie opere-spiega - sono immagini interiori, il riflesso del mio vissuto, dei numerosi viaggi e degli incontri, tradotti in simboli e colori. Non mi interessa tanto l'uso realistico del colore, ma il suo significato simbolico."


Il percorso inizia con una possibile gestazione attraverso l'attraversamento di una porta: "varcare una soglia" come inizio di una nuova dimensione, cambiamento che rappresenta rinascita.


Il progetto di Di Lorenzo, che si compone di circa 15 lavori realizzati ad olio su tela e tecniche miste,  ricchi di fattura pittorica  a volte tridimensionali con l'uso del gesso che ne aumenta lo spessore, si interroga su quanto di umano ci sia nell'animale e viceversa ossia quanto di bestiale si trovi nell'essere umano mettendo a confronto due "status" considerati da sempre su livello diverso.


L'artista affida soprattutto al colore il compito di trasmettere emozioni e verità.  A volte imprime scritte, materiali, oggetti e segni che diventano tutti parte di una "narrazione" che cerca in chi osserva non la complicità di chi è pronto ad assecondare, ma lo spirito di chi è disposto a lottare e a scoprire.  


Ecco che il suo "bestiario fantastico" con un linguaggio incisivo, inquietante e paradossale, e quasi a volte violento, ma dolce al tempo stesso, riuscirà  a far transitare il visitatore liberamente nello sterminato territorio dell'immaginazione rispondendo così ad una realtà incongrua e precaria come quella del nostro tempo.  


La sua istintualità poetica libera da schemi e condizionamenti, neo-espressionista, diventa un caleidoscopio di pittura tra colore e forme che rende i visitatori pieni di meraviglia.  


Con le sue "bestie" e gli "Umani" rappresentati, stilizzati, indagati, Di Lorenzo, riesce a creare comunicazione col mistero delle presenze invisibili dell'aldilà e dell'inconscio.


Personaggi e animali, mai visti prima, a volte goffi o anche solo abbozzati, pieni a volte di denti aguzzi realizzati con colori vivaci, alternando armonia e dissonanze, rappresentano i segni della sua consapevolezza creativa, insieme gioiosi e tragici di chi sa che nella vita bisogna sempre convivere con pensieri profondamente contrastanti.


Il suo espressionismo magico, nasce, in definitiva da una spiccata volontà visionaria esaltata attraverso un percorso dialettico profondo che parte dalla pittura.


Un "diario" immaginario e simbolico che partendo da un'esigenza interiore richiede impegno, sacrificio e sottomissione all'opera stessa.


"Di presenza umana e animale - continua l'artista - ne parla la poetessa Chandra Livia Candiani, da cui partono alcune riflessioni che trovano spazio nel percorso: bisogna mostrarsi a sé , alle persone care e al mondo, bisogna raccogliere tutte le briciole, tutti i pezzi e metterli in una coppa e sussurrare con un gesto di preghiera ed offerta questo è . Più si nasconde, si fugge e si mistifica il dolore più agiremo bestialmente scomposti e contro legge, una legge umana che invece chiede di accogliere la vita in tutti i suoi aspetti ed esercitarsi nel restare come resta un animale in un campo e una bestia ferita sul selciato" .


La mostra, gode del patrocinio del Comune di Napoli, organizzata dalla Fiorillo Arte,  sarà visitabile fino al 30 novembre.   


Il percorso di immagini si completa con un'installazione composta da una proiezione video visibile attraverso una porta su una sagoma umana nello spazio esterno della galleria.

 

Post popolari in questo blog

Natale 2020 a Bressanone: alla riscoperta di antichi usi e costumi

Durante il periodo natalizio a Bressanone si vive un'atmosfera molto speciale. La prima neve sulle cime circostanti scintilla fino a valle e invita ad affrontare le prime discese sulle piste perfettamente curate. Sia che si tratti di persone attive, di amanti del gusto o appassionati di cultura, Bressanone offre un mix ideale per tutti . Anche se i festeggiamenti per i 30 anni del più antico mercatino di Natale d’Italia sono rimandati a prossimo anno, a Bressanone anche quest’anno ci si può comunque lasciare incantare dall'atmosfera natalizia e godersi la cucina regionale in un ambiente magico. Stiamo riscoprendo un tempo diverso che ci fa rispolverare antiche tradizioni. Se le tradizionali sfilate dei Krampus e di San Nicola e il mercatino non possono essere svolti per motivi di sicurezza, ci sono altri usi e costumi da far rifiorire e antiche tradizioni che non mancheranno. Quest’anno, infatti è confermato il calendario dell’Avvento alla facciata di un edificio

Firenze - Palazzo Strozzi | Marinella Senatore: We Rise by Lifting Others | 3 dicembre 2020-7 febbraio 2021

  portrait m senatore by LAURA SCIACOVELLI   Dal 3 dicembre 2020 al 7 febbraio 2021 Palazzo Strozzi a Firenze presenta We Rise by Lifting Others (Ci eleviamo sollevando gli altri), nuovo progetto dell’artista italiana Marinella Senatore, invitata a proporre una nuova riflessione sull’idea di comunità, vicinanza e relazione in un’epoca in cui il concetto di distanziamento sociale sta condizionando la vita quotidiana di tutte le persone. A cura di Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, il progetto è costituito da una grande installazione per il cortile, ispirata alle luminarie della tradizione popolare dell’Italia meridionale, e un programma di workshop partecipativi, incentrati sull’idea di attivazione sociale e di costruzione di comunità attraverso la pratica performativa.   Il progetto è promosso e organizzato da Fondazione Palazzo Strozzi con il sostegno di Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comit

Grado si trasforma nell'Isola del Natale | Dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

Grado presepi phMarioCallegari Anche per le festività di fine anno 2020 Grado (l’”Isola del Sole”), incantevole borgo del Friuli VG sospeso fra la laguna e il mare Adriatico, si trasforma nell’Isola del Natale riproponendo, tra l’altro, la tradizionale Rassegna dei presepi, che mette in mostra, dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, oltre 200 creazioni. A realizzarle, saranno non solo abili artigiani, ma anche semplici appassionati, che utilizzeranno i più diversi materiali per creare presepi di varie dimensioni, curiosi, curati e ben ambientati. Disposti en plein air lungo il Porto Mandracchio (all’ingresso del centro storico, dove attraccano anche le barche dei pescatori) e in ogni angolo del castrum (il cuore antico della località) e perfettamente ambientati, saranno visibili in un piacevole percorso itinerante, fra calli e campielli. Nei locali del Cinema Cristallo (in viale Dante Alighieri), inoltre, saranno ospitati i presepi preparati con i materiali più fragili e

ARTISSIMA Unplugged | GAM, Palazzo Madama, MAO - Torino | dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021

Leandro Feal, dalla serie “Ya la vida cambió”, 2018, Ultrachrome imprint / Baryta paper 310 gr, Ed. 5 + 2 A.P., Courtesy l’artista e CIBRIÁN, San Sebastián Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea si propone per il 2020 in versione Unplugged. Una formula nuova, dilatata nei tempi e negli spazi, che riunisce esposizioni fisiche, realizzate con Fondazione Torino Musei, e progetti digitali: una versione acustica della fiera che focalizza la propria attenzione sullo strumento (le opere) e la voce (le gallerie). Con il titolo Stasi Frenetica, dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021 (anteprima su invito il 5 e 6 novembre 2020), i musei della Fondazione Torino Musei – GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte Antica e MAO Museo d’Arte Orientale – ospiteranno un corpus di opere provenienti dalle gallerie di Artissima selezionate per questa edizione della fiera, offrendo uno spaccato di quello che il pubblico avrebbe trovato negli stand. Una

LUCKY LUCIANA, la rapper che si è fatta conoscere per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito

Trasgressiva, irriverente ed esplosiva, LUCKY LUCIANA è una rapper decisa ad abbattere i tabù e a riscrivere le regole della scena urban italiana al femminile!      L’artista si mostrerà, lunedì 16 novembre, in una veste ancora più provocatoria nel video di “ WAP ITALIAN REMIX ”, una rivisitazione della chiacchieratissima hit mondiale di Cardi B e Megan Thee Stallion. Lucky Luciana si è fatta conoscere quest’anno per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito con i brani “ Lucky Pussy Cash ” e “ A Milano ”, in cui l’artista racconta parte del suo passato difficile e i lati più controversi del capoluogo lombardo. Classe 1995, Lucky Luciana, pseudonimo di Luciana Campolongo, nasce a Castrovillari in provincia di Cosenza. Da sempre amante della scrittura, si sente finalmente libera di esprimersi solo quando incontra un linguaggio affine alla propria penna, il rap. Nei suoi testi ritroviamo infatti la sua vita, segnata da un’infanzia difficile a causa di un padre assente e di u

Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina - Rinviate al 26 novembre le ultime due cene-laboratorio del ciclo autunnale

 Friuli Venezia Giulia La Nuova Cucina A causa delle ultime normative anti Covid, le ultime due cene - laboratorio del calendario autunnale di Friuli Venezia Giulia - La Nuova Cucina previste per il 29 ottobre al ristorante Costantini a Collalto di Tarcento e al ristorante Paradiso a Pocenia sono state ricalendarizzate a giovedì 26 novembre . Si chiuderà allora il primo ciclo di 20 eventi di questo progetto che ha riscontrato molto interesse ed ha fatto registrare in tutti gli appuntamenti l’overbooking. Il 26 novembre Costantini ospiterà, per l’occasione, gli chef dei ristoranti Da Toni di Gradiscutta di Varmo e Tre Merli di Trieste, mentre Al Paradiso gli chef in scena saranno quelli dei ristoranti La Subida di Cormòns ed Enoteca di Buttrio, secondo l’apprezzato format di queste cene-laboratorio, che sono firmate da due chef del consorzio Friuli VG Via dei Sapori e da uno dei 20 giovani chef, nuovi “amici” in cui il gruppo crede, che sono stati invitati a collaborare al pr