Passa ai contenuti principali

Sabato 10 novembre a partire dalle 10 a Napoli le eccellenze italiane della robotica a confronto


Robotica, intelligenza artificiale e lavoro - La rivoluzione che verrà

Al Sabato delle Idee tornano le riflessioni su "L'Italia del Futuro in un mondo che cambia" con un confronto tra alcuni dei più importanti centri di ricerca italiani dalla SISSA di Trieste al Campus Bio-Medico di Roma

Sabato 10 Novembre ore 10

Istituto Tecnico Industriale "Augusto Righi"
Viale J. F. Kennedy n°112 - NAPOLI

Nell'ambito della XXXII Edizione di Futuro Remoto
"Robotica, intelligenza artificiale e lavoro. La rivoluzione che verrà". Si chiude guardando ad una delle prossime grandi rivoluzioni che attendono il Paese il primo anno di incontri del ciclo "L'Italia del Futuro in un mondo che cambia", promosso dal Sabato delle Idee, il pensatoio progettuale fondato dal ricercatore Marco Salvatore che ha messo in rete alcune delle migliori eccellenze scientifiche, accademiche e culturali della città di Napoli.
Aperto dal presidente del CNR, Massimo Inguscio, nella sede della Academy Apple dell'Università di Napoli "Parthenope" il percorso di riflessioni del Sabato delle Idee sull'Italia del Futuro vista da Sud torna negli istituti scolastici professionali (dopo le prime tappe di Scampia e Ponticelli) e sabato 10 novembre a partire dalle 10 raduna nell'aula magna dell'Istituto Tecnico Industriale napoletano "Augusto Righi" alcuni dei massimi esperti italiani nel settore della robotica con un confronto tra le esperienze eccellenti della Campania e quelle di alcuni dei più importanti centri di ricerca italiani dalla SISSA di Trieste al Campus Bio-Medico di Roma.
Una riflessione organizzata all'interno della trentaduesima edizione di "Futuro Remoto" per confermare una partnership già nata lo scorso anno con un incontro dedicato alla rivoluzione normativa sui temi dell'eutanasia e del biotestamento e già salda da quasi dieci anni con la "Città della Scienza" che è stata tra le prime istituzioni napoletane ad entrare nella rete del Sabato delle Idee.
Dalla medicina all'ingegneria fino alla fruizione dei beni culturali: tutte le applicazioni della robotica
Dall'ingegneria alla medicina, dalle scienze umane ai beni culturali il dibattito del Sabato delle Idee dedicato alla robotica analizzerà l'impatto della grande rivoluzione dell'intelligenza artificiale nei diversi settori della scienza e nelle sue diverse implicazioni sul mondo del lavoro.
La discussione sarà aperta dagli interventi di Luigi Amodio, direttore del Science Centre di Città della Scienza, Lucio d' Alessandro, Rettore dell'Università Suor Orsola Benincasa, Gaetano Manfredi, Rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Vittoria Rinaldi, dirigente dell'Istituto "Augusto Righi" e da Marco Salvatore, fondatore del Sabato delle Idee e direttore Scientifico dell'IRCCS SDN Napoli
"Università, Centri di Ricerca ed aziende del nostro territorio stanno affrontando una svolta epocale - spiega Marco Salvatore - con una direzione di marcia già riscontrabile in numerose iniziative recentemente avviate (basti pensare al nuovo polo scientifico dell'Università Federico II a San Giovanni a Teduccio o al lavoro avanguardistico nel settore delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali del Palazzo del Gaio Sapere del Suor Orsola), ma è giunto il momento di fare un salto di qualità con un progresso soprattutto intellettuale capace di incidere nella mentalità del lavoratore 4.0".
Al tavolo della discussione, coordinata da Roberto Montanari, docente di Nuove tecnologie per i beni culturali e direttore del Centro di Ricerca Scienza Nuova dell'Università Suor Orsola Benincasa, si confronteranno Alessandra Damiani, segretario organizzativo della Federazione Italiana Metalmeccanici della CISL, Valeria Fascione, assessore all'Innovazione della Regione Campania, Eugenio Guglielmelli, professore ordinario di Bioingegneria industriale e Prorettore alla Ricerca dell'Università Campus Bio-Medico di Roma, Stefano Ruffo, direttore della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, Bruno Siciliano, professore ordinario di Robotica all'Università degli Studi di Napoli Federico II e Guglielmo Tamburrini, professore di Filosofia della Scienza e della Tecnologia all'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Post popolari in questo blog

Natale 2020 a Bressanone: alla riscoperta di antichi usi e costumi

Durante il periodo natalizio a Bressanone si vive un'atmosfera molto speciale. La prima neve sulle cime circostanti scintilla fino a valle e invita ad affrontare le prime discese sulle piste perfettamente curate. Sia che si tratti di persone attive, di amanti del gusto o appassionati di cultura, Bressanone offre un mix ideale per tutti . Anche se i festeggiamenti per i 30 anni del più antico mercatino di Natale d’Italia sono rimandati a prossimo anno, a Bressanone anche quest’anno ci si può comunque lasciare incantare dall'atmosfera natalizia e godersi la cucina regionale in un ambiente magico. Stiamo riscoprendo un tempo diverso che ci fa rispolverare antiche tradizioni. Se le tradizionali sfilate dei Krampus e di San Nicola e il mercatino non possono essere svolti per motivi di sicurezza, ci sono altri usi e costumi da far rifiorire e antiche tradizioni che non mancheranno. Quest’anno, infatti è confermato il calendario dell’Avvento alla facciata di un edificio

Firenze - Palazzo Strozzi | Marinella Senatore: We Rise by Lifting Others | 3 dicembre 2020-7 febbraio 2021

  portrait m senatore by LAURA SCIACOVELLI   Dal 3 dicembre 2020 al 7 febbraio 2021 Palazzo Strozzi a Firenze presenta We Rise by Lifting Others (Ci eleviamo sollevando gli altri), nuovo progetto dell’artista italiana Marinella Senatore, invitata a proporre una nuova riflessione sull’idea di comunità, vicinanza e relazione in un’epoca in cui il concetto di distanziamento sociale sta condizionando la vita quotidiana di tutte le persone. A cura di Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, il progetto è costituito da una grande installazione per il cortile, ispirata alle luminarie della tradizione popolare dell’Italia meridionale, e un programma di workshop partecipativi, incentrati sull’idea di attivazione sociale e di costruzione di comunità attraverso la pratica performativa.   Il progetto è promosso e organizzato da Fondazione Palazzo Strozzi con il sostegno di Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comit

Grado si trasforma nell'Isola del Natale | Dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

Grado presepi phMarioCallegari Anche per le festività di fine anno 2020 Grado (l’”Isola del Sole”), incantevole borgo del Friuli VG sospeso fra la laguna e il mare Adriatico, si trasforma nell’Isola del Natale riproponendo, tra l’altro, la tradizionale Rassegna dei presepi, che mette in mostra, dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, oltre 200 creazioni. A realizzarle, saranno non solo abili artigiani, ma anche semplici appassionati, che utilizzeranno i più diversi materiali per creare presepi di varie dimensioni, curiosi, curati e ben ambientati. Disposti en plein air lungo il Porto Mandracchio (all’ingresso del centro storico, dove attraccano anche le barche dei pescatori) e in ogni angolo del castrum (il cuore antico della località) e perfettamente ambientati, saranno visibili in un piacevole percorso itinerante, fra calli e campielli. Nei locali del Cinema Cristallo (in viale Dante Alighieri), inoltre, saranno ospitati i presepi preparati con i materiali più fragili e

ARTISSIMA Unplugged | GAM, Palazzo Madama, MAO - Torino | dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021

Leandro Feal, dalla serie “Ya la vida cambió”, 2018, Ultrachrome imprint / Baryta paper 310 gr, Ed. 5 + 2 A.P., Courtesy l’artista e CIBRIÁN, San Sebastián Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea si propone per il 2020 in versione Unplugged. Una formula nuova, dilatata nei tempi e negli spazi, che riunisce esposizioni fisiche, realizzate con Fondazione Torino Musei, e progetti digitali: una versione acustica della fiera che focalizza la propria attenzione sullo strumento (le opere) e la voce (le gallerie). Con il titolo Stasi Frenetica, dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021 (anteprima su invito il 5 e 6 novembre 2020), i musei della Fondazione Torino Musei – GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte Antica e MAO Museo d’Arte Orientale – ospiteranno un corpus di opere provenienti dalle gallerie di Artissima selezionate per questa edizione della fiera, offrendo uno spaccato di quello che il pubblico avrebbe trovato negli stand. Una

Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina - Rinviate al 26 novembre le ultime due cene-laboratorio del ciclo autunnale

 Friuli Venezia Giulia La Nuova Cucina A causa delle ultime normative anti Covid, le ultime due cene - laboratorio del calendario autunnale di Friuli Venezia Giulia - La Nuova Cucina previste per il 29 ottobre al ristorante Costantini a Collalto di Tarcento e al ristorante Paradiso a Pocenia sono state ricalendarizzate a giovedì 26 novembre . Si chiuderà allora il primo ciclo di 20 eventi di questo progetto che ha riscontrato molto interesse ed ha fatto registrare in tutti gli appuntamenti l’overbooking. Il 26 novembre Costantini ospiterà, per l’occasione, gli chef dei ristoranti Da Toni di Gradiscutta di Varmo e Tre Merli di Trieste, mentre Al Paradiso gli chef in scena saranno quelli dei ristoranti La Subida di Cormòns ed Enoteca di Buttrio, secondo l’apprezzato format di queste cene-laboratorio, che sono firmate da due chef del consorzio Friuli VG Via dei Sapori e da uno dei 20 giovani chef, nuovi “amici” in cui il gruppo crede, che sono stati invitati a collaborare al pr

LUCKY LUCIANA, la rapper che si è fatta conoscere per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito

Trasgressiva, irriverente ed esplosiva, LUCKY LUCIANA è una rapper decisa ad abbattere i tabù e a riscrivere le regole della scena urban italiana al femminile!      L’artista si mostrerà, lunedì 16 novembre, in una veste ancora più provocatoria nel video di “ WAP ITALIAN REMIX ”, una rivisitazione della chiacchieratissima hit mondiale di Cardi B e Megan Thee Stallion. Lucky Luciana si è fatta conoscere quest’anno per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito con i brani “ Lucky Pussy Cash ” e “ A Milano ”, in cui l’artista racconta parte del suo passato difficile e i lati più controversi del capoluogo lombardo. Classe 1995, Lucky Luciana, pseudonimo di Luciana Campolongo, nasce a Castrovillari in provincia di Cosenza. Da sempre amante della scrittura, si sente finalmente libera di esprimersi solo quando incontra un linguaggio affine alla propria penna, il rap. Nei suoi testi ritroviamo infatti la sua vita, segnata da un’infanzia difficile a causa di un padre assente e di u