Passa ai contenuti principali

Milano, sabato in Duomo, durante la Veglia missionaria, l'Arcivescovo Mario darà il mandato a due preti e a due religiosi in partenza. Al centro della celebrazione la tutela del creato


Milano, 24 ottobre 2019 – Sabato 26 ottobre, l’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, durante la Veglia missionaria che si terrà in Duomo a partire della 20.45 invierà alle Diocesi sorelle, presenti in alcuni paesi del Sud del mondo, due sacerdoti fidei donum, un religioso e una religiosa. Durante la stessa celebrazione, l’Arcivescovo accoglierà nella diocesi di Milano13 sacerdoti, un religioso e due religiose, provenienti da diversi paesi del mondo.
 
Questa veglia, che si inserisce quest’anno nel contesto del mese di ottobre missionario straordinario voluto da papa Francesco, intitolata «Battezzati e inviati. Per la custodia del creato», si ispira ai temi trattati nell’enciclica “Laudato si’”, al centro dell’attenzione del sinodo sull’Amazzonia che conclude i lavori con domenica 27 ottobre.
«Proclamare la dignità di ogni essere umano chiamato a diventare, in Gesù, figlio di Dio significa proclamare insieme la dignità della terra che Dio ci ha donato come casa, rispettandola – spiega don Maurizio Zago, responsabile dell’Ufficio diocesano per la pastorale missionaria-. I simboli che accompagneranno la celebrazione (acqua, terra e fuoco) indicheranno nello stesso tempo gli elementi fondamentali per la vita dell’uomo sulla terra e la loro rilettura evangelica».
 
I presbiteri diocesani - don Michele Crugnola e don Giuseppe Morstabilini – andranno in Zambia, storica terra di missione per i sacerdoti ambrosiani. Suor Anna Marini (Missionaria dell'Immacolata) andrà in Guinea Bissau, don Alessandro Motti (Pime) in Cambogia. I religiosi e le religiose, inviati alla chiesa di Milano per dedicarsi agli studi o al servizio pastorale diocesano, arricchiranno la nostra Diocesi del patrimonio culturale e spirituale dei loro Paesi di origine: Adebisi Lawrence Ademola, diocesi di Osogbo - Nigeria; Akinbinu Joseph Kayode, diocesi di Ibadan - Nigeria; Bolouvi Florent, diocesi di Fada N'Gourma - Burkina Faso; Ciza Angelo, diocesi di Muyinga – Burundi; Emalu Emmanuel, diocesi di Soroti – Uganda; Esube Etienne, diocesi di Uvira - Repubblica Democratica del Congo; George Vanchickal Justin, diocesi di Changanacherry – India; Kasote Mathias Wenceslaus, diocesi di Same – Tanzania; Albert Immanuel Vincent Madhan Babu, diocesi di Madurai – India; Maneira Feniasse Tique Chingore, diocesi di ChimoioMozambico; Mariappan Arivu, diocesi di Sivagangai – India; Nanayakkara W. P. Ruwan Champika Perera, diocesi di Chilaw - Sri Lanka; Olowookere Innocent, diocesi di Ekiti – Nigeria), due Suore della Riparazione, in attività pastorale nella loro comunità di Milano (Hwi Assumpta e Gemma Gemmy, diocesi di Pekon – Myanmar) e un missionario comboniano Raoul Sohouenou Cotonou del Benin.
 
Attualmente sono 31 i preti ambrosiani fidei donum “prestati” alle chiese sorelle sparse in 14 diversi Paesi (Albania, Argentina, Brasile, Burundi, Camerun, Colombia, Cuba, Haiti, Messico, Niger, Perù, Repubblica Democratica del Congo, Turchia, Zambia). Si tenga inoltre presente che sono complessivamente 780 i religiosi e laici missionari ambrosiani in servizio nel mondo.
 
La funzione sarà trasmessa in diretta su Chiesa Tv – canale 195, Radio Mater e www.chiesadimilano.it.