MILANO MUSIC WEEK | SETTIMANA DELLA MUSICA PER ECCELLENZA | DAL 18 AL 24 NOVEMBRE 2019

postato in: Uncategorized | 0

Presentazione di Milano Music Week 2019

Si apre nel segno dell’internazionalità la terza edizione della Milano Music Week, la settimana interamente dedicata al mondo musicale in programma dal 18 al 24 novembre, che quest’anno vede ancora più forte la vocazione di Milano
quale Music
City aperta e cosmopolita. Dalla Finlandia al Giappone, dal Brasile al
Senegal, dalla Bielorussia al Ghana, passando tra gli altri per Spagna,
Slovenia, Romania, UK, Cina, Canada e Stati Uniti, saranno infatti oltre
250 gli artisti provenienti
da 33 diversi Paesi e 5 continenti, insieme ai maggiori protagonisti
dell’industria musicale,
tra 90 location e circa 300 eventi in città, a comporre un palinsesto
ricchissimo di novità e appuntamenti con 117 live, 41 dj set, 125
incontri e workshop di formazione,
2 importanti premi e 6 mostre.

Promossa da  Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana),  ASSOMUSICA (Associazione di organizzatori e produttori italiani di spettacoli musicali
dal vivo) e NUOVOIMAIE
(Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti Esecutori), con il
patrocinio del MiBACT Ministero per i beni e le Attività Culturali e per
il Turismo, MMW nasce come racconto dell’industria musicale a 360°, ponendo la musica
e tutta la sua filiera al centro,
attraverso i tanti attori che ne fanno parte, attivi durante l’intero
anno, e in questa settimana pronti a raccontarsi e a svelare i propri
luoghi del ‘fare musica’ a curiosi e appassionati.

Alla sua terza edizione Milano Music Week conferma il suo ruolo di importante vetrina per la musica.
Saranno infatti tanti i grandi nomi italiani, noti in tutto il mondo,
che hanno scelto di partecipare all’iniziativa per presentare al
pubblico i nuovi progetti
o per esibirsi dal vivo: J-AX, Tiziano Ferro, Piero Pelù, Niccolò Fabi,
Francesco Guccini e Mauro Pagani, Arisa, Ivano Fossati, Levante, Gianna
Nannini, BOOSTA,  Elio e le Storie Tese, Antonella Ruggiero, Daniele
Silvestri, i SELTON, per citarne alcuni. Una
proposta sempre più ampia e diversificata, che va dalle voci storiche e
autori capisaldi della musica del nostro Paese fino a giovanissime promesse come i Minis, la rock band torinese under 16.

Nomi importanti e di richiamo anche fra gli artisti internazionali:
KAZU, CHARLI XCX, GRETA VAN FLEET, Godspeed You! Black Emperor, Luka
Šulić, OF MONSTERS AND MEN, Yola.

Music lives here”: i dati lo confermano, la musica abita qui. La Lombardia detiene infatti ancora una volta il primato di regione regina della musica con il 20,3% delle imprese del settore (dato Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi), mentre Milano
continua a rafforzare il suo il ruolo di Music
City italiana in espansione, con oltre 2.700 eventi all’anno e un
volume d’affari per concerti di circa 49 milioni di euro (dato SIAE
2018), 950 imprese in costante crescita (in aumento dello 0,2%
nell’ultimo
anno, +4,3% in cinque anni e pari al 9,6% del totale nazionale),  circa
7.000 addetti che operano nel settore (6.964, pari al 13% a livello
nazionale).

“Sarà
una settimana di eventi, concerti, incontri, mostre, workshop, momenti
di formazione e di discussione in una delle capitali della musica nel mondo. A Milano arriveranno
artisti di ogni generazione provenienti da tutti i continenti, oltre a esperti e professionisti dell’intera filiera musicale, perché come recita l’edizione di quest’anno la musica abita qui, Music lives here”. Lo afferma Luca de Gennaro,  curatore della Milano
Music Week e Vice Presidente Talent & Music di Viacom International Media Networks.

Il giorno di apertura della Milano Music Week, lunedì 18 novembre, prenderà avvio al Piccolo Teatro con  Milano
Sanremo: una conversazione speciale con Amadeus, da poco nominato nuovo
direttore artistico del Festival di Sanremo, per raccontare su invito
di
AFI, FIMI, PMI alcune novità della prossima edizione della più
importante manifestazione dedicata alla canzone italiana.

A celebrare l’inizio della Milano Music Week 2019 sarà a seguire, alle ore 12.30 in via Dante, l’inaugurazione di “Music Lives Here. La musica dal vivo a Milano
nelle immagini di Francesco Prandoni e Sergione Infuso”, una mostra
fotografica – a cura di Luca
de Gennaro e realizzata in collaborazione con SEAT, casa
automobilistica di Barcellona – che, attraverso 24 straordinari scatti
di due importanti fotografi del settore, trasmette le emozioni dei
grandi concerti nei luoghi più iconici della città, dedicati
alla musica.

“L’opportunità di un mercato globale per la musica italiana”, sarà invece il titolo dell’incontro istituzionale inaugurale, a cura dei promotori della Milano Music Week, in programma a Palazzo Reale alle ore 17 per aprire la settimana dedicata alla filiera
e ai suoi principali attori.

Alle ore 21.00 al Teatro dal Verme torna, per il terzo anno consecutivo,
l’evento di apertura organizzato da Viacom Italia, main partner della Milano Music Week. Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, quest’anno l’appuntamento sarà con VH1 Storytellers
J-AX: il format di Viacom International Media Networks e VH1 che permette agli artisti di mettersi a nudo e raccontarsi in musica
e parole. L’ospite di questa edizione sarà J-AX, autore icona di più di
una generazione, pronto a raccontare la genesi delle sue
canzoni e a esibirsi in un’inedita versione nello spettacolo che
diventerà uno show televisivo trasmesso a dicembre sui canali di Viacom
Italia.

Grazie al consolidato appuntamento MMW Incontra – format ideato da Milano Music Week -, per tutta la settimana il pubblico avrà l’opportunità di scoprire, attraverso
incontri unici, la musica
e gli aneddoti più curiosi della carriera e della vita di straordinari
artisti come Tiziano Ferro che, dopo tre anni, torna sulle scene con un
nuovo album di inediti “ACCETTO MIRACOLI” (su etichetta Virgin Records –
Universal Music
Italia); Piero Pelù, in pausa dai suoi Litfiba, in tournée in tutta
Italia con “Benvenuto al mondo tour”; Niccolò Fabi racconterà il nuovo
disco “Tradizione e Tradimento” (Polydor – Universal Music Italia) grazie al quale ancora una volta dà dimostrazione
della sua libertà artistica e si conferma uno dei cantautori più apprezzati del panorama musicale
italiano; Francesco Guccini che, insieme a  Mauro Pagani, presenta per
la prima volta al pubblico il suo grande progetto discografico “Note di
viaggio – capitolo
1: venite avanti” (BMG). E ancora, Ivano Fossati in uscita con un disco
di undici inediti insieme alla voce straordinaria di Mina; Levante che
si esibirà in uno straordinario live con il suo nuovo album
“MAGMAMEMORIA” e Gianna Nannini, da poco tornata sulle
scene con il nuovo album “La differenza” (Sony Music).

Tanti anche i momenti di formazione e apprendimento con esperti del settore. Alla sua quinta edizione, Linecheck Music Meeting & Festival, main content partner della Milano Music Week, si conferma punto di riferimento per i professionisti dell’industria musicale,
con sei giorni di incontri e concerti per esplorare i futuri possibili della musica: attesi oltre 2.000 delegati da tutto il mondo, per oltre 70 incontri tematici.

Milano Music
Week vivrà in tantissimi luoghi della città dove ogni giorno si produce
cultura e intrattenimento: club, teatri, università, scuole
professionali, studi di registrazione, case discografiche, locali,
luoghi non convenzionali dove si suonerà e si
parlerà di musica. Quest’anno in particolare MMW avrà una “casa speciale” nel centro di Milano per godere di una vista privilegiata sulla music
city:  la splendida Terrazza Martini. Da qui, agli ultimi piani del
grattacielo di piazza Diaz, sarà infatti possibile
assistere a incontri, panel e dj set mentre RTL 102.5, media partner
dell’iniziativa, per tutta la settimana realizzerà collegamenti in
diretta e interviste ai principali protagonisti della MMW.

Altri due importanti luoghi saranno al centro della terza edizione della Milano Music
Week: la Casa degli Artisti si trasformerà in “Casa Doc”, per
raccontare attraverso panel e showcase tutte le novità che Doc e KeepOn
Live hanno messo a disposizione degli
addetti ai lavori in Italia e all’estero; la Palazzina Liberty
diventerà invece la casa A.F.I. – Associazione dei Fonografici Italiani –
con diversi appuntamenti dedicati al mondo dei produttori discografici
indipendenti. Anche BASE Milano,
hub creativo di
contaminazione culturale, sarà uno dei luoghi rappresentativi della MMW
ospitando diversi incontri in cui verranno indagate tematiche di forte
attualità come il dibattito sul biglietto nominale per i concerti (a
cura di Assomusica), i diritti del mercato musicale
nell’era del web (a cura di SIAE), come valorizzare la musica dal vivo attraverso le case history di Milano e Bologna a confronto (a cura del Comune di Milano,
Comune di Bologna, FIPE e KeepOn), un workshop rivolto ai liceali
incentrato sul valore della creatività
e sui diritti dei suoi protagonisti (a cura di NUOVOIMAIE e EMCA), un
panel sui temi della remunerazione nella nuova EU Digital Copyright
Directive e della centralità della blockchain per l’industria musicale e un workshop dedicato alle dinamiche del marketing
e della comunicazione social dell’industria discografica (entrambi a cura di FIMI). 

Due i premi importanti alla loro prima edizione che arricchiranno la MMW 2019.

Sempre negli spazi dell’ex Ansaldo sarà assegnato “Music Making Prize” – promosso da PMI, AFI  e FIMI, in collaborazione con Milano Music Week, Linecheck (event partner) e  Rockol (media partner) – nato per valorizzare le diverse figure professionali attive
nel mondo della discografia e per aprire la riflessione sull’innovazione della filiera musicale. A essere premiati saranno i professionisti coinvolti nella realizzazione di un progetto musicale
discografico, valutato per le soluzioni originali, qualitative
e di maggior impatto più che in una logica quantitativa che rispecchi i
risultati delle vendite o degli ascolti in streaming. Mercoledì 20
novembre sarà invece presentato per la prima volta il “Premio del Libro Musicale”,
kermesse voluta e coordinata dal noto
produttore Stefano Senardi e organizzato in collaborazione con Accapiu.
Testimone d’eccezione dell’evento di lancio sarà  Klaus Voormann –
storico collaboratore dei Beatles noto per aver realizzato il disegno di
copertina dell’album “Revolver” e per il suo
recente libro di illustrazioni “Birthday of an Icon: Revolver 50” –
che, intervistato da Luca de Gennaro, racconterà al pubblico aneddoti e
retroscena legati ad una carriera assolutamente straordinaria.

Non mancheranno gli appuntamenti speciali come “Tutto l’amore che conta
davvero”, la giornata dedicata a Mango per celebrare il suo talento
unico e sfaccettato e avvicinare un pubblico sempre più ampio al suo
mondo musicale e letterario. Nella suggestiva Sala
della Balla del Castello Sforzesco di Milano,
il fondatore dei Subsonica Davide Boosta Dileo si esibirà in anteprima
esclusiva nel suo nuovo progetto solista “R-NASCIMENTO”, uno speciale
concerto di musica classica ed elettronica in due atti.

Il Party YO! MTV Raps presso il Teatro Principe avrà come protagonisti
importanti artisti della scena rap italiana e sarà un’occasione unica
per assaporare l’atmosfera dello storico programma del network che in
primavera arriverà su MTV (canale Sky 130 e in
streaming su NOW TV), il brand più iconico e conosciuto di Viacom
Italia.

Musica
e parole per riflettere sul rapporto tra detenuti e figli” sarà invece
il tema affrontato durante un evento speciale al Teatro del Carcere di
Opera Milano con importanti ospiti come Alessandro Haber e Moni Ovadia e durante il quale sarà presentato “9
minuti 9”, il nuovo concept album del musicista
e cantautore Domenico Fiumanò. Presso l’auditorium del Pio Albergo
Trivulzio si terrà invece un concerto con alcuni ex detenuti del carcere
di San Vittore che hanno trovato nella musica una meravigliosa via di
integrazione, coinvolgimento, divertimento.

SEAT, sponsor partner della Milano Music Week, pone la musica al centro della propria strategia e propone al pubblico il primo SEAT MUSIC TOUR, un’iniziativa musicale per offrire un “servizio culturale” alla scoperta dei luoghi musicalmente più significativi
della città attraverso tre itinerari: cantautorato DOCG, Milano Trap Rap e Milano Pop Music. Grazie all’infotainement dell’auto, l’audioguida racconterà con parole e musica, storia e curiosità del genere prescelto.

Confermano la loro presenza alla Milano Music
Week in qualità di educational partners: CPM che propone una intera
settimana di incontri, seminari, workshop, masterclass e live con
professionisti e protagonisti della Musica; SAE Institute che, anche per questa
edizione, apre la sede con incontri speciali per conoscere la scuola; Master In Comunicazione Musicale che organizza una serie di lezioni aperte per capire le professioni e l’industria della musica, raccontate in diretta dagli studenti di ALMED.

Segnale di forza della manifestazione è anche il ritorno dei media partner che dalla prima edizione supportano la Milano Music
Week quali Accordo, Billboard, Onstage, RTL 102.5, Spotify e Vevo ai
quali quest’anno si aggiungono Radio Raheem che ogni mattina
trasmetterà un “Morning Show” dedicato alla MMW e SOLO, la nuova
piattaforma di distribuzione di contenuti per assistenti vocali Alexa e
Google Assistant.

MILANO MUSIC WEEK 2019 | 18 – 24 novembre 2019

www.milanomusicweek.it

FB MilanoMusicWeek | IG milano_music_week | TW milanomusicweek

#MMW19 #MilanoMusicWeek #MusicCityMilan 

I commenti sono chiusi.