RIGAMONTI, TITLE SPONSOR DELLA VALTELLINA WINE TRAIL (9 NOVEMBRE 2019 )

postato in: Uncategorized | 0
Valtellina Wine Trail 42km foto G Meneghello

Sassella, Grumello, Inferno, Valgella: quattro aree,
immortalate in cinque scatti, per raccontare la ricchezza di un luogo
unico, quello della Valtellina, tra vigneti,
natura, paesaggi incredibili, sport, cultura, enogastronomia durante
una delle gare di trail più suggestive di tutta Italia. E’ l’omaggio che
Rigamonti – leader mondiale della Bresaola con 130 milioni di euro di
fatturato nel 2018 – fa al territorio in occasione
della 7^ edizione del Valtellina Wine Trail, la spettacolare gara tra i
vigneti e le cantine della zona che raduna ogni anno 2.500 trail runner
da tutto il mondo e di cui l’azienda è – da quest’anno – title
sponsor. 

Il
trail, in programma nella provincia di Sondrio sabato 9 novembre,
impegna atleti e appassionati sulle distanze di 42, 21 e 12 km tra i
terrazzamenti di Nebbiolo, lungo le tappe d’elezione
per la produzione del Valtellina Superiore, ma offre anche l’occasione
di “assaggiare” un territorio ancora poco conosciuto a livello turistico
e enogastronomico, con prodotti che sono l’espressione di un saper fare
centenario: dalla Bresaola della Valtellina
Igp Rigamonti (e non solo) ai formaggi, dai pizzoccheri di grano
saraceno, conditi con il Valtellina Casera Dop alle confetture, fino
alle mele disidratate.

E’
proprio per raccontare questa ricchezza che Rigamonti ha scelto di
inserire lungo tutto il percorso di gara alcuni scatti dell’alpinista
Roberto Ganassa che ritraggono 5 luoghi simbolo di
queste Alpi (dal Santuario della Madonna della Sassella a Castel
Grumello, passando per la Santa Casa di Loreto fino alla Torre “de li
beli miri” di Teglio e alla chiesa di Santa Perpetua), accostati ad
alcuni dei prodotti di punta dell’azienda (Bresaola di
Tacchino, Bresaola della Valtellina Igp, Bresaola di Black Angus,
Fiocco della Valtellina, Bresaola 100% italiana). Il tutto sotto il
claim “Le grandi sfide ci uniscono”.

Inoltre,
durante la manifestazione, l’azienda proporrà un percorso gastronomico
che attraversa idealmente tutta la Valle, con pairing inediti tra i
prodotti Rigamonti e le eccellenze locali,
a partire dai vini conosciuti e apprezzati in tutto il mondo.

PALLADI
(AD RIGAMONTI): PROMUOVIAMO IL TERRITORIO A 360 GRADI, VOGLIAMO
RESTITUIRE ALLA VALTELLINA LA RICCHEZZA CHE CI HA REGALATO

Per
l’ad di Rigamonti, Claudio Palladi: “Quest’anno abbiamo rafforzato il
nostro impegno di title sponsor della Valtellina Winetrail non solo per
far conoscere a livello nazionale una gara
sportiva affine ai nostri valori e unica nel suo genere, ma anche per
promuovere a 360 gradi il territorio unico in cui nasce il nostro
prodotto di punta, la Bresaola della Valtellina Igp. Il claim “le grandi
sfide ci uniscono” vuole testimoniare proprio lo
spirito che accomuna Rigamonti e la Valle, accomunate dalla voglia di
crescere e da una profonda simbiosi.  Il nostro omaggio alla Valtellina è
quindi anche un modo per cercare di restituire al territorio in cui
Rigamonti è nata – e su cui abbiamo intenzione
di continuare ad investire – un po’della ricchezza che abbiamo
ricevuto. È solo grazie a questa Valle e alla sua aria inimitabile
infatti che è possibile realizzare un grande prodotto come la Bresaola
della Valtellina Igp, che oggi cresce del 4,5% l’anno e
viene apprezzato da 8 italiani su 10, in special modo dagli sportivi
per le sue proprietà nutrizionali”.

L’ALLEANZA TRA RIGAMONTI E IL MONDO DELLO SPORT

Il
legame tra Rigamonti e il mondo dello sport non si ferma alla Wine
Trail. Tra le iniziative supportate dal marchio valtellinese, Casa
Italiana, il progetto di FIDAL (Federazione Italiana
di Atletica Leggera) per i Campionati mondiali di atletica leggera a
Doha dello scorso ottobre. A ciò si aggiungono la sponsorizzazione della
Maratona delle Dolomiti, la gara ciclistica di granfondo che attraversa
il paesaggio dell’Alto Adige e il sostegno
triennale alla Sportiva Sondrio, che prevede la fornitura di
attrezzatura sportiva alle categorie giovanili (150 bambini e bambine)
del mini basket. Un ritorno storico, quest’ultimo, dopo 30 anni
complessivi di sponsorizzazione (1972-1976 e 1986- 2012) sotto
la presidenza di Emilio Rigamonti.

BRESAOLA
RIGAMONTI, L’ ALIMENTO PERFETTO PER GLI SPORTIVI E UN INTEGRATORE
NATURALE IDEALE DOPO LA CORSA. I CONSIGLI DEI NUTRIZIONISTI

Tante
proteine nobili, vitamine, sali minerali e pochi grassi. Questi i plus
nutrizionali della Bresaola della Valtellina Igp Rigamonti un alimento
ideale per chi vuole mantenersi in forma
senza rinunciare al gusto ma anche per chi fa sport. Grazie alla
presenza di aminoacidi ramificati, necessari per “nutrire” anche le
fibre muscolari, all’alto contenuto di proteine, vitamine e sali
minerali, la Bresaola della Valtellina Igp è considerata dai
nutrizionisti uno degli alimenti ideali per gli sportivi ed è inserita
nella top 5 degli alimenti immancabili nella dieta degli atleti. Merito
della sua alta digeribilità, dell’alta presenza di proteine nobili
rispetto agli altri affettati (33% contro il 24%
del tacchino e il 19% del prosciutto cotto), degli aminoacidi
essenziali e delle vitamine (B1, B6 e soprattutto B12). Consumata dopo
l’attività sportiva invece è un valido alleato per soddisfare il
fabbisogno proteico, grazie alla presenza di valina, leucina
e isoleucina, gli aminoacidi ramificati e di tutti gli altri
aminoacidi, essenziali e non, utili per “nutrire” le fibre muscolari.
Inoltre, dopo la corsa la Bresaola è un vero e proprio integratore
naturale, grazie ai preziosi sali minerali che apporta soprattutto
ferro, zinco, fosforo e potassio, “amico dei muscoli” per eccellenza.

Un’alleata
anche prima dell’allenamento: grazie alla sua elevata digeribilità, la
Bresaola Rigamonti può essere indicata nell’alimentazione dello sportivo
prima dell’attività fisica, magari
in forma di panino prima di uno sforzo anche aerobico e prolungato,
come una sessione di running.

Le
quantità suggerite dai nutrizionisti variano in funzione dell’età, del
sesso, del tipo di attività sportiva e della struttura fisica dello
sportivo. Per chi si
allena 2 o 3 volte a settimana per un’ora (palestra o corsa), è
consigliata una porzione da 50 grammi 1-2 volte alla settimana. Per chi
pratica un’attività ad alto “consumo” energetico (maratoneti, triatleti,
ciclisti, sollevatori di pesi, nuotatori e sciatori
di fondo, canottieri, rugbisti o cestisti ad esempio) il fabbisogno
proteico è maggiore e le porzioni possono arrivare anche a 60-70 grammi.


www.valtellinawinetrail.com

I commenti sono chiusi.