Passa ai contenuti principali

Guida Alberghi e Ristoranti 2020

È giunta alla XXVII edizione la storica guida del Touring dedicata all’ospitalità e alla ristorazione con una proposta di oltre 4500 strutture, accuratamente selezionate su tutto il territorio italiano secondo i principi quali la valorizzazione dei territori e degli edifici storici, l’attenzione al servizio di accoglienza e alle proposte gastronomiche locali e a quelle di ricerca o etniche. Non mancano gli alberghi di singolare livello ed eleganza, quelli che possono essere considerati dei veri e propri art hotel con opere di grande pregio artistico così come le stelle dell’alta cucina che rappresentano l’eccellenza del nostro Paese, si trovano anche quegli indirizzi che si contraddistinguono per accoglienza, servizio e cortesia. Si confermano le selezioni di Stanze Italiane e Buona Cucina, dedicate a chi non vuole rinunciare alla semplicità degli ambienti, alle atmosfere intime e alla buona cucina contenendo i costi, mentre al turista in cerca di novità si suggeriscono alcuni indirizzi alternativi alle classiche offerte. Si trovano infatti ostelli, affittacamere o alberghi dai costi contenuti o che hanno il vantaggio della posizione particolarmente centrale così come indirizzi di gastronomia, street food e paninoteche per una sosta veloce ma sempre gustosa e di qualità. Ogni regione è introdotta da una moderna cartografia d’insieme con le località per le quali è stato proposto almeno un indirizzo e il volume si completa infine con un pratico indice delle località.

I CURATORI
Teresa e Luigi Cremona, la prima è giornalista di lungo corso specializzata nel settore degli alberghi ed il secondo è un notissimo critico gastronomico da oltre 40 anni, insieme continuano il loro percorso professionale nella costante ricerca del bello e del buono.

LA LOCATION
La presentazione in anteprima alla stampa e agli albergatori e ristoratori citati nella guida avviene a Roma lunedì 28 ottobre 2019 dalle ore 10.00 in via dei Monti della Farnesina 77 ed è riservata esclusivamente agli operatori Ho.re.ca. mentre per gli operatori del centro Nord l’appuntamento è fissato a Milano per domenica 1 dicembre dalle ore 10.00 presso Mind Milano Innovation District – Cargo 11 Mind – via Cristina Belgioioso 28 – 20157 Milano. La sede dell’ex Expo Milano 2015 si raggiunge anche con la metropolitana (M1) scendendo alla fermata RHO Fiera Milano.

PERCHE’ ACQUISTARE LA GUIDA?
• Aggiornamento annuale di tutte le informazioni fornite
• Attenzione al rapporto qualità/prezzo
• Segnalazione di indirizzi alternativi (b&b, ostelli, dimore storiche, street food, paninoteche, gastronomie)
• Copertura capillare del territorio nazionale
• Praticità di consultazione
• Segnalazione delle novità presenti in guida rispetto all’edizione precedente

IN DETTAGLIO

La guida Alberghi e ristoranti propone oltre 4500 indirizzi complessivi così suddivisi:

    • Olimpo dell’accoglienza
44 alberghi che rappresentano l’altissimo livello dell’ospitalità nostrana per ca­ratteristiche straordinarie di posizione, bellezza degli ambienti, qualità dell’ac­coglienza. Talvolta sono in edifici storici oppure vantano una lunga tradizione, alcuni sono la cornice ideale per un soggiorno romantico, altri si segnalano per le nuove concezioni di spazio e arredo.

    • Olimpo della ristorazione
48 ristoranti che rappresentano i vertici assoluti della ristorazione italiana, guidati da chef d’eccezione con servizio impeccabile e carta dei vini che rende indimenticabile l’esperienza gastronomica.

    • Camere d’autore
122 alberghi che negli anni hanno mantenuto un ottimo livello di accoglienza e di servizi offerti. Sono circa 109 alberghi che si distinguono per lo stile ricercato e quel “tocco in più”.

    • Cucina d’autore
Oltre 230 ristoranti che sono fiore all’occhiello del Belpaese. Si segnalano per i piatti eseguiti in maniera perfetta, gli ingredienti di prima scelta e una costante ricerca in cucina. Non particolarmente economici, sono la meta ideale per quanti non riescono a rinunciare a uno standard qualitativo elevato.

    • Stanze italiane
Il sigillo di qualità del TCI assegnato a oltre 870 strutture ricettive (dall’albergo alla dimora storica, al B&B).  Li caratterizzano l’atmosfera familiare, la cura dei dettagli e un ser­vizio sempre puntuale; sono luoghi in cui la cordialità non è un valore marginale.

    • Buona Cucina
Circa 1100 ristoranti che rispecchiano un modo tutto italiano di fare accoglienza e ristorazione. Sono caratterizzati da atmosfera familiare, cura dei dettagli, servizio semplice ma cordiale e puntale, buona cucina dai sapori genuini e prevalentemente di impronta regionale, conto all’insegna del buon senso.

    • L’Altro Dormire
Una selezione di oltre 120 indirizzi per il dormire pensata per il turista che, in giro per l’Italia, preferisce soluzioni alternative al classico albergo, con una proposta di B&B, ostelli e qualche albergo, scelti talvolta per il prezzo contenuto, al­tre volte per la posizione centrale o per l’originalità dello stile.

    • L’Altro Mangiare
Circa 100 indirizzi di qualità per una sosta veloce, economica e originale scelti tra paninoteche, chioschi, pizzerie, forni o bar segnalati per l’aperitivo, cucine etniche e street food.


Altri suggerimenti

Quasi 2000 indirizzi che sono un’ulteriore opzione per la scelta del proprio soggiorno o del proprio pasto e per i quali si forniscono solo dati anagrafici, prezzi, nume­ro di camere (per gli alberghi), tipo di cucina (per i ristoranti) e principali dotazioni


I PREMI TCI
Stanze italiane e Buona cucina
Fra gli indirizzi appartenenti alla selezione Stanze italiane e Buona cucina, il Touring premia quattro alberghi e quattro ristoranti, uno per ogni macroarea. La Buona Cucina premierà per il Centro/Sud il ristorante Fiorentino a Sansepolcro ed il ristorante Mezza Pagnotta a Ruvo di Puglia. Per il Nord invece verranno premiati Campamac-Osteria di Livello a Barbaresco e Ostreria Pavesi a Podenzano. Il premio Stanze Italiane vedrà come protagonisti le strutture Montepagano 1137 a Roseto degli Abruzzi e Tenuta Frafiledu a Santa Teresa di Gallura per il Centro/Sud mentre per il Nord le strutture premiate saranno, Ca’ del Moro a Grezzana e La Madernassa a Guarene.

Bike hotel
Attento a promuovere un turismo lento, il Touring assegna questo premio a quattro indirizzi che, oltre a garantire un’accoglienza di qualità, si distinguono per i servizi dedicati ai ciclisti esperti o ai semplici amanti delle due ruote. Per il Centro/Sud verranno premiate le strutture Ambasciatori Place Hotel di Anagni e La Mela di Venere a Palazzo Acreide, le strutture premiate al nord saranno Orient & Pacific a Jesolo e il Poli Hotel a San Vittore Olona

Art hotel (premio Novità dell’edizione 2019 e confermato nel 2020)
Il Touring da sempre impegnato nella promozione e valorizzazione non solo del turismo, ma anche dell’ambiente e della cultura e dell’arte in genere, quest’anno ha deciso di riconoscere un premio ad alcuni luoghi aperti all’ospitalità che, oltre a distinguersi per la piacevolezza dell’accoglienza, sono vere e proprie opere d’ar­te e promuovono l’arte in ogni sua manifestazione, diventando luoghi di grande fermento artistico e di richiamo internazionale. Per il Centro/Sud verranno premiate il Portrait di Firenze e Atelier Sul Mare a Castel di Tusa. Per il Nord invece verranno premiate Barchessa di Villa Pisani a Bagnolo di Lonigo e la struttura Blu di Te a Santa Margherita Ligure.

Top di domani
A testimonianza dello sguardo del Touring rivolto al futuro, sono quattro giova­nissimi chef selezionati in tutta Italia che si distinguono per talento, curiosità, spiccata personalità e sensibilità nell’interpretare la propria professione. Gli chef premiati quest’anno saranno per il Centro/Sud Antonio Ziantoni del ristorante Zia Restaurant a Roma e Maicol Izzo del ristorante Piazzetta Milù a Castellammare di Stabia. Per il nord i protagonisti saranno, Ivan Maniago del ristorante Impronta d’Acqua di Lavagna e Riccardo De Gasperi di del Ristorante El Brite de Larieto a Cortina d’Ampezzo.



Il Touring Club Italiano è una libera associazione senza scopo di lucro che propone ai suoi soci – destinatari e attori della missione – di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente.
Per questo il Touring Club Italiano contribuisce a produrre conoscenza, a tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica del viaggio etica, responsabile e sostenibile.

Il Touring Club Italiano sostiene l’Italia che merita.


PROFILI DEI COLLABORATORI
Antonella Amodio Laureata in Scienze Umanistiche, è stata allieva di Gualtiero Marchesi, Claudio Sadler, Angelo Paracucchi e Pietro Leemann: le loro tecniche di cucina ma anche 'utilizzo di aromi naturali e spezie, fino ad ottenere un Master in Botanica, non sono un segreto per lei. Ama sviluppare ricette ed abbinamenti originali: quelli tra champagne e marmellate ad esempio. Giornalista Pubblicista, Master sommelier, collabora con diverse testate di vino e cucina, sulle quali tiene anche rubriche personali.

Francesca Feresin Classe 1999. Liceo Classico alle spalle e manuali di medicina alla mano, nutre una passione - ossessione smisurata nei confronti della buona cucina che indaga in ogni sua sfaccettatura. Collabora con alcune delle testate giornalistiche più apprezzate del momento e riversa pensieri e umori delle proprie esperienze culinarie nel blog PomoGiallo. Ha vinto il Premio assegnatole da Witaly come “Comunicare Emergente dell’Anno” nel 2018, occasione che le ha dato poi la possibilità di collaborare con Luigi Cremona e Lorenza Vitali.

Bruno Sodano  Manager turistico, ha maturato la passione del food fin da bambino. Da qualche anno è il maggior referente del Cilento in ambito enogastronomico tanto da fondare www.postcardfrom.it che racconta il territorio cilentano a 360º. La sua più grande passione sono i prodotti ed i relativi artigiani e non dice mai di no ad un buon piatto di pasta.  La Campania non ha segreti per lui ma nella vita, precisa, bisogna sempre mettersi in gioco, dunque non appena può viaggia.

Roberto Tosca   Imprenditore piacentino nel settore del packaging,in procinto di raggiungere quota 100 e lasciare alle nuove leve l’onere del “dovere quotidiano”. La sua forza sono la moglie Lucia, i 3 figli Nicola, Federico e Camilla, e uno con la coda, il cane!  Portava i calzoni corti quando si abbuffava di Savarin di riso della Mirella alla Trattoria Cantarelli (periodo giurassico dell’enogastronomia) e continua ancor oggi a coltivare con passione le sue pulsioni epicuree.

Biancamaria Tecchiati   Co-fondatrice e autrice di un web magazine gastronomico, food writer per alcune testate di settore. Dopo la laurea presso il dipartimento di Comunicazione Unibo guidato da Umberto Eco e un master in management dei servizi turistici, lavora alcuni anni al marketing di Rizzoli-Corriere della Sera e collabora con diverse agenzie di comunicazione in ambito food. È docente di brand strategy al master "Food, Wine and Tourism management" dello IED di Firenze.

Roberto Mostini   Una ricerca e una passione per la cucina per i vini cresciute nel tempo. Maitre, consulente alberghiero, scrittore e blogger

Daniela Sestito   In continuo contatto con il mondo della ristorazione di tutta Italia. Un prezioso aiuto per coordinamento ed il lavoro dei vari collaboratori.

Alessandra Meldolesi   Giornalista, food writer, sommelier e traduttrice specializzata

Annamaria Tossani
Membro dell’Arga Toscana e dell’Aset Fiorentina, nipote del letterato Tossani con radici nell’Alta Maremma e in Abruzzo. Vincitrice di numerosi premi.

LA GUIDA

TITOLO: Alberghi e Ristoranti d’Italia 2020
EDITORE: Touring Editore
COLLANA: Guide Touring
FORMATO: 13 x 22,5 cm
PAGINE: 672
PREZZO: € 23,90
EAN: 9788836575695
Disponibile nelle migliori librerie e su touringclubstore.com: ottobre 2019




Guida Alberghi e ristoranti


La guida Alberghi e ristoranti propone oltre 4500 indirizzi complessivi così suddivisi:
    • Olimpo dell’accoglienza
44 alberghi che rappresentano l’altissimo livello dell’ospitalità nostrana per ca­ratteristiche straordinarie di posizione, bellezza degli ambienti, qualità dell’ac­coglienza. Talvolta sono in edifici storici oppure vantano una lunga tradizione, alcuni sono la cornice ideale per un soggiorno romantico, altri si segnalano per le nuove concezioni di spazio e arredo.

    • Olimpo della ristorazione
Circa 48 ristoranti che rappresentano i vertici assoluti della ristorazione italiana, guidati da chef d’eccezione con servizio impeccabile e carta dei vini che rende indimenticabile l’esperienza gastronomica.
    • Camere d’autore
Oltre 120 alberghi che negli anni hanno mantenuto un ottimo livello di accoglienza e di servizi offerti. Sono circa 109 alberghi che si distinguono per lo stile ricercato e quel “tocco in più”.
    • Cucina d’autore
Circa 230 ristoranti che sono fiore all’occhiello del Belpaese. Si segnalano per i piatti eseguiti in maniera perfetta, gli ingredienti di prima scelta e una costante ricerca in cucina. Non particolarmente economici, sono la meta ideale per quanti non riescono a rinunciare a uno standard qualitativo elevato.

    • Stanze italiane
Il sigillo di qualità del TCI assegnato a oltre 800 strutture ricettive (dall’albergo alla dimora storica, al B&B).  Li caratterizzano l’atmosfera familiare, la cura dei dettagli e un ser­vizio sempre puntuale; sono luoghi in cui la cordialità non è un valore marginale.

    • Buona cucina
Circa 1100 ristoranti che rispecchiano un modo tutto italiano di fare accoglienza e ristorazione. Sono caratterizzati da atmosfera familiare, cura dei dettagli, servizio semplice ma cordiale e puntale, buona cucina dai sapori genuini e prevalentemente di impronta regionale, conto all’insegna del buon senso.

    • L’Altro dormire
Una selezione di oltre 120 indirizzi per il dormire pensata per il turista che, in giro per l’Italia, preferisce soluzioni alternative al classico albergo, con una proposta di B&B, ostelli e qualche albergo, scelti talvolta per il prezzo contenuto, al­tre volte per la posizione centrale o per l’originalità dello stile.

    • L’Altro mangiare
Circa 100 indirizzi di qualità per una sosta veloce, economica e originale scelti tra paninoteche, chioschi, pizzerie, forni o bar segnalati per l’aperitivo, cucine etniche e street food.
Altri suggerimenti
Circa 2000 indirizzi che sono un’ulteriore opzione per la scelta del proprio soggiorno o del proprio pasto e per i quali si forniscono solo dati anagrafici, prezzi, nume­ro di camere (per gli alberghi), tipo di cucina (per i ristoranti) e principali dotazioni.

I premi TCI relativi al mangiare


I PREMI TCI
Stanze italiane e Buona cucina
Fra gli indirizzi appartenenti alla selezione Stanze italiane e Buona cucina, il Touring premia quattro alberghi e quattro ristoranti, uno per ogni macroarea.

Bike hotel
Attento a promuovere un turismo lento, il Touring assegna questo premio a quattro indirizzi che, oltre a garantire un’accoglienza di qualità, si distinguono per i servizi dedicati ai ciclisti esperti o ai semplici amanti delle due ruote.

Art hotel (premio Novità dell’edizione 2019 e confermato nel 2020)
Il Touring da sempre impegnato nella promozione e valorizzazione non solo del turismo, ma anche dell’ambiente e della cultura e dell’arte in genere, quest’anno ha deciso di riconoscere un premio ad alcuni luoghi aperti all’ospitalità che, oltre a distinguersi per la piacevolezza dell’accoglienza, sono vere e proprie opere d’ar­te e promuovono l’arte in ogni sua manifestazione, diventando luoghi di grande fermento artistico e di richiamo internazionale.

Top di domani
A testimonianza dello sguardo del Touring rivolto al futuro, sono quattro giova­nissimi chef selezionati in tutta Italia che si distinguono per talento, curiosità, spiccata personalità e sensibilità nell’interpretare la propria professione.

Post popolari in questo blog

Natale 2020 a Bressanone: alla riscoperta di antichi usi e costumi

Durante il periodo natalizio a Bressanone si vive un'atmosfera molto speciale. La prima neve sulle cime circostanti scintilla fino a valle e invita ad affrontare le prime discese sulle piste perfettamente curate. Sia che si tratti di persone attive, di amanti del gusto o appassionati di cultura, Bressanone offre un mix ideale per tutti . Anche se i festeggiamenti per i 30 anni del più antico mercatino di Natale d’Italia sono rimandati a prossimo anno, a Bressanone anche quest’anno ci si può comunque lasciare incantare dall'atmosfera natalizia e godersi la cucina regionale in un ambiente magico. Stiamo riscoprendo un tempo diverso che ci fa rispolverare antiche tradizioni. Se le tradizionali sfilate dei Krampus e di San Nicola e il mercatino non possono essere svolti per motivi di sicurezza, ci sono altri usi e costumi da far rifiorire e antiche tradizioni che non mancheranno. Quest’anno, infatti è confermato il calendario dell’Avvento alla facciata di un edificio

Il calendario dell'Avvento firmato La Montina

Franciacorta La Montina Natale 2020   La Montina , storica cantina di Monticelli Brusati in Franciacorta, quest’anno accompagnerà al Natale clienti e appassionati con un’iniziativa nuova, che fonde il mondo social con quello reale. Venticinque giorni di sconti e promozioni a sorpresa , pubblicati quotidianamente sulle pagine social della cantina per rendere lo shopping online più interattivo e conveniente. Un prodotto o una categoria di prodotti sarà protagonista per 24 ore , ovvero per il tempo di validità della promozione: sconti flash facilmente attivabili con il codice che ogni giorno verrà pubblicato sugli account ufficiali de La Montina (Instagram: la_montina Facebook: Tenute La Montina Sito: www.lamontina.com ). Come da tradizione il calendario dell’Avvento scoprirà la sua prima “casella” martedì 1° dicembre. Non è dato sapere quale sarà la sorpresa d’apertura pensata da La Montina, che però anticipa attraverso le parole del suo Export e Marketing manager, Michele Bozza “Questa

Grado si trasforma nell'Isola del Natale | Dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

Grado presepi phMarioCallegari Anche per le festività di fine anno 2020 Grado (l’”Isola del Sole”), incantevole borgo del Friuli VG sospeso fra la laguna e il mare Adriatico, si trasforma nell’Isola del Natale riproponendo, tra l’altro, la tradizionale Rassegna dei presepi, che mette in mostra, dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, oltre 200 creazioni. A realizzarle, saranno non solo abili artigiani, ma anche semplici appassionati, che utilizzeranno i più diversi materiali per creare presepi di varie dimensioni, curiosi, curati e ben ambientati. Disposti en plein air lungo il Porto Mandracchio (all’ingresso del centro storico, dove attraccano anche le barche dei pescatori) e in ogni angolo del castrum (il cuore antico della località) e perfettamente ambientati, saranno visibili in un piacevole percorso itinerante, fra calli e campielli. Nei locali del Cinema Cristallo (in viale Dante Alighieri), inoltre, saranno ospitati i presepi preparati con i materiali più fragili e

Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina - Rinviate al 26 novembre le ultime due cene-laboratorio del ciclo autunnale

 Friuli Venezia Giulia La Nuova Cucina A causa delle ultime normative anti Covid, le ultime due cene - laboratorio del calendario autunnale di Friuli Venezia Giulia - La Nuova Cucina previste per il 29 ottobre al ristorante Costantini a Collalto di Tarcento e al ristorante Paradiso a Pocenia sono state ricalendarizzate a giovedì 26 novembre . Si chiuderà allora il primo ciclo di 20 eventi di questo progetto che ha riscontrato molto interesse ed ha fatto registrare in tutti gli appuntamenti l’overbooking. Il 26 novembre Costantini ospiterà, per l’occasione, gli chef dei ristoranti Da Toni di Gradiscutta di Varmo e Tre Merli di Trieste, mentre Al Paradiso gli chef in scena saranno quelli dei ristoranti La Subida di Cormòns ed Enoteca di Buttrio, secondo l’apprezzato format di queste cene-laboratorio, che sono firmate da due chef del consorzio Friuli VG Via dei Sapori e da uno dei 20 giovani chef, nuovi “amici” in cui il gruppo crede, che sono stati invitati a collaborare al pr

DENISE FARO DAL 20 NOVEMBRE 2020 IN RADIO E DA OGGI DISPONIBILE IN PRE-SAVE “Jacuzzi”

Denise Faro Poliedrica, eclettica e “ figlia del mondo ” DENISE FARO è una cantante, autrice e attrice italiana che da anni vive a Los Angeles. Il 20 novembre entrerà in rotazione radiofonica il nuovo singolo, “ Jacuzzi ” , da oggi disponibile in pre-save.   www.denisefaro.com/jacuzzi Appassionata fin da bambina al canto, alla danza e alla recitazione, Denise ha mosso i primi passi ricoprendo alcuni ruoli sugli schermi televisivi e cinematografici fino a calcare i palchi teatrali italiani e internazionali. In seguito, dedicatasi principalmente alla musica è stata la prima e unica italiana ad entrare nel famoso tv show messicano “ La Academia ” , una competizione canora che ha visto nascere alcuni dei più grandi artisti latini. Lo show dà il via alla carriera oltreoceano di Denise che nel 2012 conquista i cuori latini, vincendo u no dei "festival della canzone ” più importanti al mondo, “ El Festival de Viña del Mar ” , rappresentando l ’ Italia con un suo brano inedi

LUCKY LUCIANA, la rapper che si è fatta conoscere per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito

Trasgressiva, irriverente ed esplosiva, LUCKY LUCIANA è una rapper decisa ad abbattere i tabù e a riscrivere le regole della scena urban italiana al femminile!      L’artista si mostrerà, lunedì 16 novembre, in una veste ancora più provocatoria nel video di “ WAP ITALIAN REMIX ”, una rivisitazione della chiacchieratissima hit mondiale di Cardi B e Megan Thee Stallion. Lucky Luciana si è fatta conoscere quest’anno per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito con i brani “ Lucky Pussy Cash ” e “ A Milano ”, in cui l’artista racconta parte del suo passato difficile e i lati più controversi del capoluogo lombardo. Classe 1995, Lucky Luciana, pseudonimo di Luciana Campolongo, nasce a Castrovillari in provincia di Cosenza. Da sempre amante della scrittura, si sente finalmente libera di esprimersi solo quando incontra un linguaggio affine alla propria penna, il rap. Nei suoi testi ritroviamo infatti la sua vita, segnata da un’infanzia difficile a causa di un padre assente e di u