Passa ai contenuti principali

2020 UAE Tour - Route, Maglie e Sponsor annunciato

Credito fotografico: Karl Jeffs e LaPresse
Quattro tappe dedicate ai velocisti, due per puncheur e una per gli scalatori. Molti dei migliori piloti che si aspettano di essere alla partenza, tra cui Valverde, Dennis, Pogaàar, A Yates, Formolo, Poels, Sakarin, Ewan, Gaviria, Groenewegen, Ackermann e Cavendish. Le maglie Red, Green, White e Black sono sponsorizzate da Emirates, Mubadala, Nakheel e Abu Dhabi Aviation.
Sharjah, Emirati Arabi Uniti, 20 gennaio 2020 – Dopo il successo dell'edizione inaugurale del 2019, la seconda edizione del Tour degli Emirati Arabi Uniti è stata ufficialmente svelata oggi alla Sharjah Academy for Astronomy, Space Sciences & Technology. Il percorso della gara a sette tappe e le maglie dei quattro leader sono tutti svelati.

L'unica gara WorldTour in Medio Oriente, organizzata dal Dubai Sports Council, dall'Abu Dhabi Sports Council e dallo Sharjah Sports Council, in collaborazione con RCS Sport, è in programma dal 23 al 29 febbraio 2020.

Le sette tappe dell'UAE Tour 2020 accoglieranno tutti e sette i Sette Emirati Arabi Uniti. La prima tappa sarà ospitata da Dubai, Sharjah, Ajman, um-al-Quwain e Ras-al-Khaimah, la seconda inizierà a Dubai e comprenderà sia Sharjah che Ras-al-Khaimah, mentre la terza incrocia Sharjah, Fujairah e Ras-al-Khaimah. La quarta corre interamente nell'Emirato di Dubai e le ultime tre tappe saranno ospitate da Abu Dhabi. L'UAE Tour 2020 ha una distanza totale di 1.177 km con un significativo dislivello di circa 3.500 metri, per lo più concentrato in fasi due, tre e cinque.

Tra i corridori che hanno già annunciato la loro partecipazione ci sono l'UAE Tour dello scorso anno e il campione del mondo UCI Road 2018, Alejandro Valverde, vincitore anche dell'Abu Dhabi Tour 2018 e due volte vincitore della tappa in vetta Jebel Hafeet; due volte UCI Campione del Mondo UCI cronometro e vincitore di tappa all'Abu Dhabi Tour 2018, Rohan Dennis; 2019 Giro d'Italia Maglia Azzurra (Re della Montagna) Giulio Ciccone, il giovane sloveno Tadej Pogaaar, vincitore del Tour of California 2019, tre tappe e terza assoluta alla Vuelta a Spagna 2019.

Accanto a loro ci sono nomi famosi come il campione italiano di strada Davide Formolo, Adam Yates, Wout Poels (vincitore del 2016 Liegi-Bastogne-Lieège), vincitore di tappa sia al Giro che al Tour, Ilnur 'akarin, e ad alcuni dei migliori velocisti del mondo, tra cui: Fernando Gaviria – vincitore di cinque tappe al Giro, due al Tour e vincitore della seconda tappa dell'UAE Tour dello scorso anno; vincitore di tappa in tutti e tre i Grandi Giri e vincitore della quarta tappa dell'UAE Tour 2019 in cima alla diga di Hatta, Caleb Ewan; Dylan Groenewegen (quattro volte tappa al Tour de France); Sam Bennett (vincitore di tre tappe al Giro e due alla Vuelta); Vincitore del Giro d'Italia 2019 e Maglia Ciclamino (Points Classification) Pascal Ackermann; Arnaud Démare (vincitore di tappa tra il Giro e il Tour, 2016 Milano-Sanremo) e Mark Cavendish, con 30 tappe al Tour de France, 15 al Giro d'Italia, Campione del Mondo su strada 2011 e vincitore di due tappe e classifica generale al 2015 Tour di Dubai.

IL ROUTE
L'edizione 2020 dell'UAE Tour offre un mix di tappe tecnicamente diverse, aperte a tutti i tipi di piloti, con i più esperti che hanno più probabilità di vincere la categoria generale della Classifica Generale. Si inizia domenica 23 febbraio nel parco di Dubai con il Marjan Island Stage (158 km),una tappa di apertura pianeggiante per terminare a Al Marjan Island dopo il passaggio da molti punti di riferimento di Dubai e Ras al Khaimah come Dubai Frame, il Palace di zabeel, il Festival City, il Mushrif Park, Ajman, Umm Al Quwain, Al Hamra e l'isola di Murjan.

La seconda tappa lunedì 24 febbraio, la tappa del comune di Dubai (203 km) è la tappa più lunga dell'Emirato Emirati Arabi Uniti. Il suo percorso è un omaggio al classico Dubai Tour "Queen stage", che parte da The Pointe - Palm Jumeirah e termina con la breve e acuta ascesa della diga di Hatta, salendo di 200 metri su pendenze che vanno dal 12% al 17% massimo.

Il giorno seguente, il toloton inizierà la terza tappa, la Sharjah Stage (198km),che va da Sharjah alla diga di Rafisah con la diga di Rafisah da scalare due volte prima della salita finale. Il percorso prende in numerosi punti di riferimento dell'Emirato di Sharjah come il comune di Sharjah, Sharjah Flag Island, Sharjah University, Khor Fakkan, Rafisah Dam e la città dello sport.

La quarta tappa è mercoledì 26 febbraio: la tappa di Dubai, 171 km tra Dubai Design District e Dubai City Walk. Il percorso, adatto per le ruote veloci del gruppo, tocca i principali punti di riferimento di Dubai: Meydan, Trump Golf Club, Motor City, Sports City, Jumeirah Golf Estates, Jumeirah Islands, Burj Khalifa, Dubai Design District, Dubai Canal, Festival City, Mushrif Park, Downtown Dubai e City Walk.

Il giorno successivo, il bilione inizierà la tappa Al Ain (162 km) dall'Al Ain prima di affrontare la salita Jebel Hafeet: con il traguardo a 1.025m dopo una salita di 10,8 km con una pendenza massima del 10% e una pendenza media del 5,4%. Il percorso corre lungo l'Università degli Emirati Arabi Uniti, il Qasr Al Muwaiji, lo zoo di Al Ain e la Mubazzarah verde prima dell'epilogo sulla salita di Jebel Hafeet.

Venerdì 28 febbraio la penultima tappa è la tappa ADNOC (158 km) parte da Al Ruwais e passa dal Centro ricreativo Al Yash, dalla scuola ADNOC, dal Ruwais Mall,
dalla spiaggia di Al Mirfa prima di finire ad Al Mirfa, dove è previsto uno sprint per gramato.

Il Gran Finale, sabato 29 febbraio, offre una spettacolare sfilata interamente nella città di Abu Dhabi. La tappa di Abu Dhabi (127 km) parte dall'isola di Al Maryah e termina all'Abu Dhabi Breakwater con quello che ci si aspetta essere uno sprint di gruppo. L'ultimo palco passa da molti dei punti di riferimento dell'Emirato di Abu Dhabi come l'isola di Al Maryah, l'isola di Saadiyat, l'isola di Yas, la torre Al Maqta, la Grande Moschea dello Sceicco, la città sportiva di Abu Dhabi, il Louvre Abu Dhabi, Qasr Al Hosn e la grande bandiera.


L'UAE Tour è tornato per la sua seconda edizione – dal 23 al 29 febbraio. Partendo da Dubai e terminando ad Abu Dhabi, l'unico evento WorldTour in Medio Oriente correrà attraverso tutti e sette gli Emirati, passando per molti punti di riferimento degli Emirati Arabi Uniti.

H.E. Saeed Hareb, Segretario Generale del Dubai SportsCouncil, ha dichiarato: "Il percorso di quest'anno dell'UAE Tour sfiderà ogni tipo di ciclista e incoronerà il corridore più completo che si dimostra il più forte nelle sette tappe distese in tutti e sette gli Emirati. Il nostro sogno era quello di avere un evento ciclistico internazionale di livello mondiale che presenta la bellezza e affronta le sfide di guida di tutti e sette gli Emirati e, come già dimostrato dalla prima edizione, l'UAE Tour si sta affermando come un appuntamento importante nel calendario ciclistico mondiale. Inoltre, questa gara rappresenta un'opportunità unica per mostrare in tutto il mondo i vari territori del nostro paese e riflettere il nostro obiettivo di promuovere i sette Emirati oltre i loro confini attraverso lo sport e soprattutto il ciclismo."

S.E. Aref Al Awani, Segretario Generale del Consiglio Sportivo di Abu Dhabi, ha dichiarato: "Sono lieto di presentare la seconda edizione di questa meravigliosa gara, dopo il successo dell'edizione inaugurale del 2019. L'UAE Tour è il risultato di anni di impegno, passione e impegno da parte di molte persone. Voglio ringraziare in particolare il Dubai Sports Council, Abu Dhabi Sports Council, Sharjah Sports Council, insieme ai nostri sponsor e partner. Mentre il mondo sta guardando, siamo pronti a offrire un altro spettacolo sportivo di livello mondiale che contribuirà allo sviluppo del ciclismo in tutti i sette Emirati."

"L'intero movimento ciclistico Sharjah è orgoglioso di far parte di questo evento di livello mondiale", ha dichiarato S.E. Eisa Hilal Al Hezami, segretario generale del Consiglio sportivo di Sharjah. "Quest'anno avremo un'altra tappa che si percorrerà nell'Emirato di Sharjah, rispetto all'edizione dello scorso anno. Le tappe 2 e 3, con le loro finiture in cima alla diga di Hatta Dan e Rafisah, saranno probabilmente molto importanti per la classifica generale di questa seconda edizione dell'UAE Tour , con la fase 3 che è la tappa di Sharjah. Sono sicuro che lo Sharjah Stage, e l'intero tour degli Emirati Arabi Uniti, produrranno molti veri spettacoli sportivi. Siamo anche lieti di ospitare la conferenza stampa qui a Sharjah, presso l'iconica Sharjah Academy for Astronomy, Space Sciences & Technology".

H.E. Osama Al Shafar, Presidente delle Federazioni Ciclistiche degli Emirati ArabiUniti, ha dichiarato: "Siamo lieti dei progressi dell'UAE Tour come importante evento ciclistico nel mondo. Ha ancora una volta attirato i migliori piloti da tutto il mondo. Auguriamo a tutti loro buona fortuna e un soggiorno piacevole negli Emirati Arabi Uniti."

Mauro Vegni, RCS Sport Cycling Director, ha dichiarato: "Per il secondo anno, insieme agli amici del Dubai Sports Council, dell'Abu Dhabi Sports Council e dello Sharjah Sports Council, presentiamo questo evento internazionale, parte del calendario UCI WorldTour, con grandi piloti all'inizio. Siamo sicuri che l'UAE Tour continuerà a crescere perché avviene in un momento molto interessante della stagione ciclistica ed è caratterizzato da un percorso misto con tappe adatte a molti piloti diversi. È una gara dal forte appeal internazionale, come per tutte le nostre gare ciclistiche."

THE JERSEY

General Classification:
indossato tutti i giorni, a partire dalla Fase 2, dal leader della General Classification del tempo.
Sponsor: Emirates

Khalid Al Hassan, Emirates District Manager di Sharjah e NorthernEmirates, ha dichiarato: "Emirates è lieta di essere sponsor dell'UAE Tour 2020 e sponsor ufficiale della Red Jersey. Uno dei nostri motivi principali per essere coinvolti nell'Emirati Arabi Uniti Tour è perché mette in mostra il meglio degli Emirati Arabi Uniti, la nostra casa, ad un pubblico globale."


Green Jersey
Points Classification: indossato tutti i giorni, a partire dalla Fase 2, dal velocista più veloce, che ha ottenuto le migliori posizioni in ogni tappa e sprint intermedi.
Sponsor: Mubadala

Saoud Karmastaji, Senior Assistant Manager - Corporate Communications presso Mubadala Investment Company, ha dichiarato: "Mubadala è sempre stata attivamente coinvolta in tornei sportivi a livello locale e internazionale, e ci porta grande orgoglio per essere la nazione che ospita l'unica gara del World Tour in Medio Oriente. Sulla base del successo della prima edizione, l'UAE Tour di quest'anno è destinato ad essere ancora più grande, evidenziando gli Emirati Arabi Uniti sulla scena mondiale e come destinazione di go-to per alcuni dei più grandi tornei sportivi del mondo. Siamo anche un orgoglioso sponsor della Maglia Verde per il velocista più veloce, e siamo entusiasti di offrire tali opportunità agli atleti. Auguriamo buona fortuna a tutti i piloti e non vediamo l'ora di una gara emozionante."


White Jersey
Young Rider Classification: indossato tutti i giorni, a partire dalla seconda tappa, dal miglior giovane pilota nato dopo il 1 gennaio 1995 nella classifica generale da tempo (U25), il nome da tenere d'occhio in futuro.
Sponsor: Nakheel

Aqil Kazim, Chief Commercial Officer di Nakheel,ha dichiarato: "Siamo orgogliosi di rafforzare il nostro impegno a sostenere l'UAE Tour sponsorizzando la maglia bianca per il secondo anno consecutivo. Questo evento di livello mondiale è una delle competizioni più prestigiose del calendario sportivo globale, e la piattaforma perfetta da cui mostrare gli Emirati Arabi Uniti ei suoi punti di riferimento di fama mondiale a milioni di spettatori, sia che stiano guardando in diretta sulla scena o attraverso i media globali. L'UAE Tour ospita alcuni dei luoghi più belli e iconici del paese, tra cui il nostro sviluppo di punta, famoso in tutto il mondo, Palm Jumeirah, che ha anche l'onore di essere il punto di partenza per la seconda giornata The Pointe – Hatta tappa del tour. Siamo lieti di essere a bordo e auguriamo ogni successo adubai, Abu Dhabi e Sharjah Sports Councils, RCS Sport e a tutti i concorrenti."


Black Jersey
Intermediate Sprint Classification: indossato tutti i giorni, a partire dalla Fase 2, dal pilota che ha guadagnato più Punti Sprint Intermedi di qualsiasi altro pilota.
Sponsor: Abu Dhabi Aviation

Arwa Al Kindi, Abu Dhabi Aviation Board Member, ha dichiarato: "Ospitando tali eventi, gli Emirati Arabi Uniti elevano e prosperano. Abu Dhabi Aviation, il più grande operatore di elicotteri in Medio Oriente e Nord Africa, è onorato di essere lo sponsor ufficiale per l'UAE Tour 2020 nella sua seconda edizione. La partecipazione di Abu Dhabi Aviation all'UAE Tour è a sostegno di attività sportive ed eventi ospitati da Abu Dhabi, oltre alla cooperazione nello sviluppo di attività e attività sportive in linea con Abu Dhabi Vision 2030. Abu Dhabi Aviation è anche desiderosa di svolgere i suoi compiti sociali aziendali sostenendo e sponsorizzando importanti eventi sportivi che contribuiscono allo sviluppo della comunità. Attraverso la sua flotta, capacità e competenza, Abu Dhabi Aviation sta per fornire due aerei verticali per canali televisivi locali e internazionali per mostrare l'intero UAE Tour, che sta per rappresentare anche il patrimonio degli Emirati Arabi Uniti, monumenti storici e turistici. Gli aerei Abu Dhabi Aviation accompagneranno i concorrenti in tutte le fasi del tour."

UFFICIALI SPONSOR DELLA 2020 UAE TOUR
Accanto ai "Top Sponsors" delle quattro maglie (Emirates, Mubadala, Nakheel, Abu Dhabi Aviation) la gratitudine si esprime nei confronti di questi altri marchi che sostengono il 2020 UAE Tour: Marjan Island, Dubai Municipality, Sharjah Sports Council, ADNOC ("Stage Sponsor") e Audi ANA, Sport, Dubai, Westin e Castelli.

#UAETOUR

Post popolari in questo blog

Natale 2020 a Bressanone: alla riscoperta di antichi usi e costumi

Durante il periodo natalizio a Bressanone si vive un'atmosfera molto speciale. La prima neve sulle cime circostanti scintilla fino a valle e invita ad affrontare le prime discese sulle piste perfettamente curate. Sia che si tratti di persone attive, di amanti del gusto o appassionati di cultura, Bressanone offre un mix ideale per tutti . Anche se i festeggiamenti per i 30 anni del più antico mercatino di Natale d’Italia sono rimandati a prossimo anno, a Bressanone anche quest’anno ci si può comunque lasciare incantare dall'atmosfera natalizia e godersi la cucina regionale in un ambiente magico. Stiamo riscoprendo un tempo diverso che ci fa rispolverare antiche tradizioni. Se le tradizionali sfilate dei Krampus e di San Nicola e il mercatino non possono essere svolti per motivi di sicurezza, ci sono altri usi e costumi da far rifiorire e antiche tradizioni che non mancheranno. Quest’anno, infatti è confermato il calendario dell’Avvento alla facciata di un edificio

Il calendario dell'Avvento firmato La Montina

Franciacorta La Montina Natale 2020   La Montina , storica cantina di Monticelli Brusati in Franciacorta, quest’anno accompagnerà al Natale clienti e appassionati con un’iniziativa nuova, che fonde il mondo social con quello reale. Venticinque giorni di sconti e promozioni a sorpresa , pubblicati quotidianamente sulle pagine social della cantina per rendere lo shopping online più interattivo e conveniente. Un prodotto o una categoria di prodotti sarà protagonista per 24 ore , ovvero per il tempo di validità della promozione: sconti flash facilmente attivabili con il codice che ogni giorno verrà pubblicato sugli account ufficiali de La Montina (Instagram: la_montina Facebook: Tenute La Montina Sito: www.lamontina.com ). Come da tradizione il calendario dell’Avvento scoprirà la sua prima “casella” martedì 1° dicembre. Non è dato sapere quale sarà la sorpresa d’apertura pensata da La Montina, che però anticipa attraverso le parole del suo Export e Marketing manager, Michele Bozza “Questa

Grado si trasforma nell'Isola del Natale | Dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

Grado presepi phMarioCallegari Anche per le festività di fine anno 2020 Grado (l’”Isola del Sole”), incantevole borgo del Friuli VG sospeso fra la laguna e il mare Adriatico, si trasforma nell’Isola del Natale riproponendo, tra l’altro, la tradizionale Rassegna dei presepi, che mette in mostra, dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, oltre 200 creazioni. A realizzarle, saranno non solo abili artigiani, ma anche semplici appassionati, che utilizzeranno i più diversi materiali per creare presepi di varie dimensioni, curiosi, curati e ben ambientati. Disposti en plein air lungo il Porto Mandracchio (all’ingresso del centro storico, dove attraccano anche le barche dei pescatori) e in ogni angolo del castrum (il cuore antico della località) e perfettamente ambientati, saranno visibili in un piacevole percorso itinerante, fra calli e campielli. Nei locali del Cinema Cristallo (in viale Dante Alighieri), inoltre, saranno ospitati i presepi preparati con i materiali più fragili e

DENISE FARO DAL 20 NOVEMBRE 2020 IN RADIO E DA OGGI DISPONIBILE IN PRE-SAVE “Jacuzzi”

Denise Faro Poliedrica, eclettica e “ figlia del mondo ” DENISE FARO è una cantante, autrice e attrice italiana che da anni vive a Los Angeles. Il 20 novembre entrerà in rotazione radiofonica il nuovo singolo, “ Jacuzzi ” , da oggi disponibile in pre-save.   www.denisefaro.com/jacuzzi Appassionata fin da bambina al canto, alla danza e alla recitazione, Denise ha mosso i primi passi ricoprendo alcuni ruoli sugli schermi televisivi e cinematografici fino a calcare i palchi teatrali italiani e internazionali. In seguito, dedicatasi principalmente alla musica è stata la prima e unica italiana ad entrare nel famoso tv show messicano “ La Academia ” , una competizione canora che ha visto nascere alcuni dei più grandi artisti latini. Lo show dà il via alla carriera oltreoceano di Denise che nel 2012 conquista i cuori latini, vincendo u no dei "festival della canzone ” più importanti al mondo, “ El Festival de Viña del Mar ” , rappresentando l ’ Italia con un suo brano inedi

Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina - Rinviate al 26 novembre le ultime due cene-laboratorio del ciclo autunnale

 Friuli Venezia Giulia La Nuova Cucina A causa delle ultime normative anti Covid, le ultime due cene - laboratorio del calendario autunnale di Friuli Venezia Giulia - La Nuova Cucina previste per il 29 ottobre al ristorante Costantini a Collalto di Tarcento e al ristorante Paradiso a Pocenia sono state ricalendarizzate a giovedì 26 novembre . Si chiuderà allora il primo ciclo di 20 eventi di questo progetto che ha riscontrato molto interesse ed ha fatto registrare in tutti gli appuntamenti l’overbooking. Il 26 novembre Costantini ospiterà, per l’occasione, gli chef dei ristoranti Da Toni di Gradiscutta di Varmo e Tre Merli di Trieste, mentre Al Paradiso gli chef in scena saranno quelli dei ristoranti La Subida di Cormòns ed Enoteca di Buttrio, secondo l’apprezzato format di queste cene-laboratorio, che sono firmate da due chef del consorzio Friuli VG Via dei Sapori e da uno dei 20 giovani chef, nuovi “amici” in cui il gruppo crede, che sono stati invitati a collaborare al pr

LUCKY LUCIANA, la rapper che si è fatta conoscere per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito

Trasgressiva, irriverente ed esplosiva, LUCKY LUCIANA è una rapper decisa ad abbattere i tabù e a riscrivere le regole della scena urban italiana al femminile!      L’artista si mostrerà, lunedì 16 novembre, in una veste ancora più provocatoria nel video di “ WAP ITALIAN REMIX ”, una rivisitazione della chiacchieratissima hit mondiale di Cardi B e Megan Thee Stallion. Lucky Luciana si è fatta conoscere quest’anno per il suo linguaggio sfacciatamente esplicito con i brani “ Lucky Pussy Cash ” e “ A Milano ”, in cui l’artista racconta parte del suo passato difficile e i lati più controversi del capoluogo lombardo. Classe 1995, Lucky Luciana, pseudonimo di Luciana Campolongo, nasce a Castrovillari in provincia di Cosenza. Da sempre amante della scrittura, si sente finalmente libera di esprimersi solo quando incontra un linguaggio affine alla propria penna, il rap. Nei suoi testi ritroviamo infatti la sua vita, segnata da un’infanzia difficile a causa di un padre assente e di u